Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

La beneficenza a Caserta fa il `tutto esaurito`: raccolti fondi per combattere la Sla

10 / 10 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Bevendo un sorso di vino o inviando un sms si può donare un po' di sollievo a chi ne ha bisogno.  Lo hanno capito i tanti cittadini di Caserta che domenica scorsa hanno visitato gli stand Aisla (Associazione italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica) in occasione della Quinta Giornata nazionale della Sla, celebrata come da tradizione con la campagna "Quello buono sostiene la ricerca". Con un contributo minimo di 10 euro, si può sostenere un progetto di Counseling, supporto clinico-genetico e psicologico, per i pazienti affetti da SLA presso il Centro Clinico "Nemo" dell'ospedale Niguarda di Milano. In cambio, i benefattori hanno potuto ricevere una bottiglia di Barbera D'Asti DOCG, realizzata in tiratura limitata proprio per sostenere la campagna Aisla: nella location il successo è stato tale che le bottiglie di vino inviate dalla sede nazionale sono andate esaurite in poche ore. A Caserta lo stand era organizzato dalla responsabile provinciale Francesca Ferrara: il Sindaco Pio del Gaudio è passato a salutare i volontari dell'associazione, assicurando al presidente della sezione Aisla Napoli-Caserta, Antonio Tessitore (giovane di Villa Literno che da 8 anni convive con la Sla), la sua completa disponibilità per ulteriori iniziative benefiche.
Caserta Eventi Politica S.M.C.V S.M.C.V Mondragone
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.