Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

La chiesa di San Benedetto Abate di Caserta riapre ai fedeli con la benedizione del vescovo D' Alise

09 / 07 / 2014

|

Francesca Pagano

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


La comunità parrocchiale casertana di San Benedetto Abate dopo un doveroso restauro, riapre al culto dei fedeli con la benedizione di monsignor Giovanni d’Alise, Vescovo di Caserta. La chiesa originaria trova la sua fondazione lontano nel tempo, infatti, il toponimo è presente in un documento datato 1052, antecedente anche alle Bolle di Sennete (1113). L’evento si terrà il giorno 11 luglio, nel 50° anniversario della proclamazione di San Benedetto Abate patrono d’Europa, per volontà ed intervento di Sua Santità Paolo VI (11 luglio 1964 – 11 luglio 2014) la chiesa della frazione casertana riapre le porte. La data è molto significativa e , come racconta il parroco don Antonio Di Nardo, la comunità dei fedeli nello spirito dell’ “ora et labora” si è prodigata fortissimamente in questi mesi, con la preghiera e la collaborazione materiale oltre che economica, soprattutto quest’ultima necessaria per l’intervento in se, perché nella data giubilare del patronato d’Europa si inaugurasse alla nuova missione evangelizzatrice. La serata dell’11 2014 inizierà con l’arrivo in piazza I° maggio del Vescovo di Caserta che processionalmente, accolto ed accompagnato dalle autorità civili e le rappresentanze religiose nonché la comunità dei fedeli, sarà accompagnato alla chiesa parrocchiale. Qui il sindaco di Caserta porterà il suo saluto, al vescovo ed alla comunità dei fedeli, rivolgendo parole di ringraziamento a tutti coloro i quali si sono prodigati per aver restituito alla Città di Caserta, mettendola a nuovo, l’antica chiesa di San Benedetto Abate. Particolarmente tra coloro che si sono prodigati per tale attività sono da ricordare don Antonio di Nardo parroco e l’arch. Mariano Nuzzo progettista del restauro. A seguire è previsto l’intervento di Salvatore Buonomo, nuovo soprintendente di Caserta e Benevento, di Mariano Nuzzo, progettista e direttore dei lavori del restauro, e del restauratore Aldo Guida che relazionerà sull’opera di recupero della tela seicentesca intitolata a San Benedetto Abate che troneggia nella chiesa appena restaurata. Seguirà l’intervento e la benedizione di monsignor Giovanni d’Alise, Vescovo di Caserta. Dopo la benedizione dell’edificio restaurato e della tela restaurata si procederà con la celebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo di Caserta, con animazione musicale del coro parrocchiale con la partecipazione del maestro Antonio Barchetta. Nei pressi dell’altare sarà collocata anche la antica statua lignea seicentesca di San Benedetto Abate anche’essa reduce di restauro e benedetta da Sua Santità Francesco nel corso della sua ultima udienza generale del 25 giugno. In tale occasione don Antonio Di Nardo, accompagnato da un folto numero di fedeli, si è portato in Roma in pellegrinaggio per avere la benedizione del Santo Padre.

caserta chiesa san benedetto abate restauro restauro benedizione
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.