Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

La crisi inguaia anche la camorra. Il capitano di Casal di Principe: `I commercianti non ce la fanno più a pagare`

06 / 07 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


''I commercianti non ce la fanno piu' a pagare la camorra anche a causa della crisi economica cosi', rispetto al passato, denunciano piu' spesso gli estorsori''. E' quanto ha dichiarato il capitano dei Carabinieri di Casal di Principe Michele Centola che ha condotto su delega della DDA di Napoli l'indagine che questa mattina ha portato in cella due esponenti dei Casalesi. ''E' capitato - prosegue Centola - che qualche commerciante sia stato costretto a pagare, oltre al pizzo canonico di Natale-Pasqua-ferragosto, anche altre tre tangenti corrispondenti ai settori in cui il clan e' oggi attivo, ovvero l'imposizione di gadget pubblicitari, di macchinette video-poker e di caffe'. I Casalesi sono comunque fortemente indeboliti da arresti, sequestri e confische, e di cio' ne sono consapevoli gli stessi imprenditori''. 
camorra casalesi crisi commercianti commercianti casal di principe
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.