Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

La decima fata e le nove muse. Gorirossi dopo Roma e Firenze in mostra a Caserta e Capua

23 / 06 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il 7 luglio alle ore 18.00 presso le Scuderie di Palazzo Ruspoli – Roma, vi sarà l’apertura della mostra personale itinerante “La Decima Fata e le Nove Muse” del maestro d’arte Umberto Gorirossi. L’esposizione, visibile 7 fino al 15 luglio 2012 a Roma, e poi, nei mesi successivi, nelle città di Firenze, arriverà finalmente a settembre a Caserta, al Museo Civico di Arte Contemporanea, e al MAC di Capua. La mostra, curata in collaborazione con il direttore artistico del  Mac il maestro Luigi Brandi e della dottoressa Francesca Gentile, con intervento del critico d’arte Massimo Sgroi, gode del patrocinio del Comune di Roma, della Fondazione Memmo – Palazzo Ruspoli, del Comune di Capua e dal MAC - Museo di Arte Contemporanea di Capua, del Comune di Caserta e del MAC – Museo di Arte Contemporanea di Caserta, della Provincia di Caserta, della Regione Campania, delComune di Roccamonfina, del MAGMA di Roccamonfina, della Commissione Cultura del Centro Comunità “Caserta Città di Pace”. La collezione, dedicata alla mitologia greca, nasce come proseguimento della ricerca artistica di Gorirossi: la creazione della Decima Fata, essenza di tutte le qualità femminili, si traspone in queste nuove tele. Ogni  musa rappresenta l’ideale supremo di ogni tipologia d’Arte, e qui, Gorirossi, da una parte inserisce elementi che si rifanno alla tradizione iconografica, dall’altra né da una lettura innovativa, esprimendo attraverso ognuna di esse un’emozione, un concetto. Le muse, con la loro luce, riescono ad elevare ed illuminare lo spirito diventando delle guide nel mondo contemporaneo. In esposizione saranno presenti anche gli ultimi lavori di Gorirossi: “Le pareti dell’anima”, “L’insostenibile leggerezza dell’essere”, ed in modo particolare “Amore e Psiche” opera che ha come base letteraria le “Metamorfosi” di Apuleio. Qui la scelta stilistica di Gorirossi, si ferma alla rappresentazione del momento in cui la giovane Psiche, cerca di toccare il suo amante, Amore/Cupido e lui scompare…
Caserta Eventi Capua Cultura Cultura paintball
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.