Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

La passione del tango invade il Capoluogo: lezioni gratuite nella Movida casertana

21 / 09 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il settembre casertano, da tre anni a questa parte, ha un appuntamento in più nel calendario eventi. Si chiama "Tango in strada - festival del tango in città" che, tra consensi e successo di pubblico, ha raggiunto la sua terza edizione. Grazie al patrocinio del Comune di Caserta, l'appuntamento si rinnova sabato 22 settembre in piazza Dante, cuore storico della città, dove a partire dalle ore 19.30 maestri e allievi dell'associazione casertana "Trasnochando c'è" impartiranno lezioni gratuite a chiunque voglia avvicinarsi ad una emozione chiamata tango argentino. Poi la serata sotto le stelle continuerà trasformano la piazza in una milonga gratuita aperta a tutti. Tra i momenti più attesi della serata, l'improvvisazione dei maestri Mariemma Porto, Salvatore Biondi, Silvia Carlino e Sergio Cortazzo, ballerino argentino tra i più quotati al mondo. Così come nelle premesse di tre anni fa, l'intento della manifestazione targata Trasnochando c'è è sempre stato quello di far conoscere la cultura legata al tango nel suo insieme, e non soltanto come passi e coreografie da imparare a scuola di danza. L'obiettivo, insomma, era ed è quello di portare il tango argentino lì dove deve stare: tra la gente, nelle strade e nelle piazze di città che, come Buenos Aires, hanno imparato dalla storia come le origini, le culture, le razze e le religione, possano fondersi in un unico abbraccio, in un sentire in musica che si chiama tango. L'appuntamento è in piazza Dante a partire dalle ore 19.30 con un programma che prevede corsi gratuiti, show, esibizioni  e poi musica e danze fino a mezzanotte. Per l'occasione il comune di Caserta, che all'evento ha dato il suo patrocinio, illuminerà la sua piazza storica con l'apparato di luci che da pochi giorni regala suggestioni ai portici
Caserta Eventi San Marco Evangelista Teverola Teverola Piedimonte Matese
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.