Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

La Regione fa fallire l`anti camorra di San Cipriano: chiude il ristorante Nco

23 / 05 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Dove non è riuscita la camorra, arriva la politica. Quella che invece di pensare alla Campania che produce, preferisce impicciarsi di beghe politiche e niente più'. E così, lunedì prossimo, chiuderà i battenti una delle migliori iniziative che erano state progettate nel casertano, la Nuova cucina organizzata, in sigla Nco. Nata su un bene confiscato ai boss dei Casalesi, l'iniziativa, come spiega il referente della Coop. Agropoli Peppe Pagano, «si tratta di una metodologia socio – sanitaria già sperimentata con straordinari risultati sia in termini di garanzia del diritto alla salute che di risparmio per la spesa sanitaria regionale, anche se ancora oggi nell’ASL di Caserta si assiste alla riconversione dei budget di salute in favore delle cliniche private e dei centri di riabilitazione. Ma siamo ancora in attesa che il governatore Caldoro come Commissario ad ACTA alla sanità e, soprattutto, come Presidente della Giunta Regionale, emani un decreto che recepisca le linee guida che pure sappiamo già pronte da tempo. Lavoriamo su territori molto complessi, dove, tra l’altro, gli attuali accadimenti legati alla lotta alla camorra stanno determinando una situazione  ancora più rischiosa per quanti si pongono in un cammino che vuole perseguire giustizia sociale e legalità, per cui, oggi ancora più di ieri queste terre non hanno necessità di nuovi eroi esposti al martirio. Per questo motivo a partire da lunedì 25 maggio, con una manifestazione pubblica, verrà chiuso il ristorante pizzeria sociale Nuova Cucina Organizzata e saranno riconsegnate le chiavi dei beni confiscati dove si utilizza la metodologia dei bds/ptri, essendo venuti meno le necessarie tutele istituzionali ed essendo la Giunta Regionale della Campania inadempiente verso una legge che questa stessa Regione ha promulgato».
Caserta Cronaca Politica Casal di Principe Casal di Principe camorra
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.