Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

La rivoluzione delle rotonde: la Provincia ne approva altre quattro. Ecco dove sorgeranno

28 / 11 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Quattro importanti delibere in materia di viabilità sono state approvate ieri dalla Giunta Provinciale. La prima è relativa alla realizzazione di uno svincolo a rotatoria tra strada Ficucella e la ex SS. 265 dei Ponti della Valle. La sistemazione dell'incrocio con una rotatoria permetterà di eliminare l’impianto semaforico esistente consentendo il diretto collegamento tra la variante di Caserta e lo svincolo autostradale di Santa Maria Capua Vetere con la viabilità interna all'Interporto Sud Europa e quindi con lo svincolo A30 e lo svincolo A1 Caserta Sud. 

La Giunta Provinciale ha dato poi l’ok alla seconda delibera, relativa all’approvazione della scheda tecnica per la realizzazione di un’altra rotatoria, tra la Strada Provinciale 335 “ex SS. 265 dei Ponti della Valle” e la Strada Provinciale 341 “ex SS. 7 bis Terra di Lavoro”, tratto che collega la conurbazione dell'area aversana a quella dell'area di Marcianise ed al Comune di Capua.

Su quel territorio trovano sviluppo le aree industriali di Capua e dell'area aversana, senza contare, poi, che lo svincolo diretto di uscita della S.P. 335 (ramo uscita autostradale Caserta Sud – Confine Provincia di Caserta/Napoli) risulta interessato dal elevato flusso di traffico proveniente dall'area industriale e dai centri commerciali di Marcianise.  La realizzazione della rotatoria nel tratto in oggetto, quindi, contribuirà da un lato alla drastica e statisticamente dimostrata riduzione dell'incidentalità all'incrocio (oltre il 50%) e dall'altro assicurerà un più facile accesso alle aree urbane, industriali  e commerciali presenti o comunque raggiungibili dalle due Strade Provinciali.

Nel corso della mattinata di ieri è stata approvata anche la delibera riguardante la proposta progettuale per la realizzazione di uno svincolo a rotatoria tra il Viale Carlo III e la Via Appia Antica.

Si tratta di un intervento importante perché consentirà una più fluida canalizzazione del traffico diretto al centro abitato di Caserta (direzione Nord – Est), al centro abitato di Recale (direzione Nord-Ovest) ed al centro abitato di San Nicola la Strada (direzione Sud – Est), mentre in direzione sud, coinvolgendo la ex SS. 87 Sannitica, determinerà il più agevole raggiungimento delle strade di accesso ai comuni di Marcianise e San Marco Evangelista oltre che al casello autostradale di Caserta Sud, ai grandi centri commerciali e all'area industriale di Marcianise. Si tratta di un’opera sinergica con gli altri interventi finanziati negli anni dal Patto Territoriale.

Le schede tecniche relative a questi tre progetti sono state presentate dalla Provincia di Caserta al Ministero dello Sviluppo Economico, nell'ambito della missione e delle competenze della società “Innovazione e Sviluppo Integrato della Provincia di Caserta”, per l’ammissibilità al finanziamento da parte del Mise.

 La quarta delibera approvata nella seduta di ieri riguarda la destinazione dei fondi per la costruzione della variante Sessa Aurunca. La principale arteria di entrata al perimetro urbano è rappresentata dalla Strada Provinciale 14 Sessa -Mignano che dalla Statale Appia, attraverso il Ponte Aurunco, consente l'ingresso alla città. Il progetto di realizzazione della variante risponde alla necessità, avvertita come non più procrastinabile, di riduzione del traffico, sia pesante che leggero, che interessa il centro storico del Comune di Sessa Aurunca con la conseguente diminuzione anche dei fenomeni inquinanti.

“Le delibere approvate dalla giunta in materia di viabilità riguardano tutte opere di una grande importanza – ha spiegato il presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi – consentiranno infatti di apportare significativi miglioramenti per la mobilità sia in termini di sicurezza che sotto il profilo della maggiore fluidità della circolazione stradale. Questi interventi dimostrano senza dubbio l’impegno della Provincia di Caserta nel potenziare le proprie arterie con l’obiettivo di incidere su quelle infrastrutture viarie che sono considerate necessarie allo sviluppo economico e sociale del territorio”

caserta rotonde marcianise maddaloni santa maria capua vetere sessa aurunca
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.