Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

L’Anfiteatro Campano ‘adottato’ dagli utenti dell’Uosm

14 / 10 / 2014

|

Sofia Papale

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


È stato presentato stamattina in conferenza stampa "Un monumento per amico", il progetto che vede l'Anfiteatro Campano al centro di un percorso di integrazione degli utenti dell'Unità Operativa di Salute Mentale. Il progetto finanziato dal Centro di Servizio per il Volontariato della provincia di Caserta, si pone l'obiettivo di favorire l'integrazione degli utenti della Uosm 21 Asl Ce, coinvolgendoli in attività di conoscenza,  cura e salvaguardia del patrimonio artistico e culturale presente sul territorio sammaritano, con particolare riferimento all'Anfiteatro Campano e con la possibilità di attivare in futuro anche forme di economia sociale, con l'istituzione di borse di lavoro. L'Associazione Volontari Ospedalieri di Santa Maria Capua Vetere, responsabile del progetto,  ha come partner la Uosm 21 Asl Ce e la Soprintendenza per i Beni Archeologici di Salerno, Avellino,  Benevento e Caserta e la sezione Aido di Maddaloni. Presenti alla conferenza il sindaco di Santa Maria Capua Vetere, Biagio Maria Di Muro; il presidente Asso.Vo.Ce, Gennaro Castaldi; il presidente A.V.O. Santa Maria Capua Vetere, Assunta Amelio; il funzionario Archeologo della Soprintendenza di Salerno Avellino Benevento e Caserta, Ida Gennarelli; il primario dell'U.O.S.M. 21 di Santa Maria Capua Vetere Gaetano De Mattia; il presidente AIDO di Maddaloni Michele Senneca. Durante il meeting, coordinato dal giornalista Vincenzo Altieri, Assunta Amelio ha spiegato che il progetto è nato dall'idea di fare qualcosa di concreto per queste persone che vengono emarginate solo perché affette da una patologia che fa paura. "Fondamentale è stata la collaborazione preziosa di Ida Gennarelli - ha dichiarato Assunta Amelio - stiamo realizzando un sogno grazie al quale possiamo dare una speranza che andrà ad abbattere quelle barriere che noi persone considerate normali alziamo verso le persone coinvolte nel progetto". Ida Gennarelli ha evidenziato l'importanza di questa attività sociale proprio in un luogo chiave della città come l'Anfiteatro, "dovete sentire questo monumento come vostro, è un dono che il passato ci ha consegnato. Il 13 maggio festeggeremo sicuramente la buona riuscita di questa iniziativa".

santa maria capua vetere anfiteatro uosm asl adozione iniziativa
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.