Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Milano ne fa 100, la Juvecaserta crolla contro la capolista (100-80)

30 / 10 / 2016

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


La Juvecaserta perde il big match della quinta giornata di campionato di Lega A sul campo di Milano. Il risultato finale (100-80) è molto pesante per la formazione di coach Sandro Dell'Agnello che ha pagato pesantemente un lungo black out di quasi cinque minuti nel primo quarto dice ha beccato un parziale di 18-0 che non è riuscita più a ricucire. Ma ci sono anche notizie positive che arrivano da Caserta, in particolare dalle prestazioni di Watt e Bostic, con quest'ultimo finalmente capace di avere statistiche da vera guardia (18 punti con 4/6 da 3). Assente ingiustificato invece Sosa con 0 punti che ha costantemente litigato col ferro.
LA GARA. Dell'Agnello aveva detto di volersela giocare senza paura ed i suoi ragazzi dimostrano di voler seguire le indicazioni della guida tecnica: 4-7 al 2' con la tripla di Bostic. Milano ha difficoltà in attacco e perde tante palle in fase offensiva, ma Caserta non è approfitta per allungare. I liberi di Watt consentono i bianconeri di restare in partita fin al 4' quando la bimba di Dragic da' il via al parzialone di Milano che vede protagonisti Radulijca, Hickman, Abbass e McLean capaci di firmare un 18-0 che spezza la partita ed i sogni della Juvecaserta già al 10' (28-12).
Watt chiude il periodo nero di Caserta ad inizio del secondo quarto e con Jackson firma un mini break di 0-5 che però non basta a rientrare in partita: Milano ha diverse frecce al proprio arco e coi punti di McLean e Simon arriva sul +20 al 12' (37-17). Sosa litiga col ferro, costringendo Caserta a giocare solo su Watt per trovare la via del canestro (al 24' lungo è autore di 13 punti su 21 della squadra), poi si accende Bostic che mette due triple consecutive facendo veder sprazzi di vera guardia. La Juvecaserta si riporta a -12, ma Abbass e la tripla di Pascoli ricacciano i viaggianti che all'intervallo lugo si ritrovano ancora distanti dalla capolista (55-36 al 20').
E' ancora Watt l'uomo al quale la Juvecaserta si affida per trovare punti al rientro sul parquet, ma Pascolo, Dragic e Raduljica permettono a Milano di mantenente venti punti di distacco. La partita di fatto sembra chiusa e lo deve aver pensato anche la squadra di casa che abbassa la tensione in difesa e subisce un mini break di Caserta che si riporta di nuovo sul -12 con Czyz, Bostic e Putney al 26'. Abbass mette la tripla che ricaccia i viaggianti ma Caserta non molla ed all'ultimo "Stop&Go" si trovano sul 75-61.
Alla ripresa mette il suo nome a referto Daniele Cinciarini, ma McLeab e Sanders restano un fattore nell'area bianconera. Dell'Agnello prova a dare nuovamente fiducia a Sosa, ma una palla persa ed il conseguente fallo tecnico fanno capire che per la stella bianconera stasera non è serata. Raphael Putney trova la tripla che riaccende le ultime speranze di Caserta di riaprire la partita, ma un canestro e fallo di Radulijca chiude di fatto la partita a 3' dalla sirena. Il resto è garbage time con coach Repesa che lancia sul parquet Fontecchio e Cerella, mentre Dell'Agnello si mangia le mani per i tanti errori al tiro che non permettono ai suoi di chiudere la gara con un distacco inferiore ai 20 punti.
MILANO-JUVECASERTA 100-80
(28-12; 55-36; 75-61)
MILANO. Mclean 15, Fontecchio 7, Hickman 4; Kalnietis 2; Raduljica 16, Dragic 9, Pascolo 8, Cinciarini 2, Sanders 7, Abbass 21, Simon 9, Cerella 0. All. Repeca
JUVECASERTA. Sosa 0, Cinciarini 8, Ventrone ne, Putney 9, Gaddefors 2, Jackson 3, Giuri 5, Bostic 18, Cefarelli ne, Metreveli 0, Czyz 14, Watt 22. All. Dell'Agnello

Juvecaserta Milano 100 80 Tabellino Cronaca Lega basket
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.