Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

CLAN DEI LEGHISTI | Oggi al 'summit' di Pontida, Mastroianni tenta il blitz. C'e' pero' il veto di Valentino Grant

01 / 07 / 2018

|

Angelo Rispoli

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il 'clan dei leghisti' casertani è partito alla volta del 'summit' nordista di Pontida. Al comando degli 'affiliati' in cerca di un posto al sole, oltre a Salvatore Mastroianni, 'capobastone' delle camice verdi, c' erano Cristian De Angelis, Elio Ferdinando, Renzo Carusone, Giacomo Megale, Arturo Bolognese, Angelo Moretta, Raffaele Del Vecchio, Michele Martucci, Alfonso Belardo e Luciano Faticato.

Presenti idealmente, ma non fisicamente, i 'referenti'Mario Landolfi, Gennaro Coronella, Marco Cerreto, Gabriele Piatto, Angelo di Costanzo, Emilio Caterino, Caludio Marone. E sull' uscio per 'giurare fedeltà' bevendo dall' ampolla contenente l'acqua del Po, prelevata dalla fonte a Pian del Re di Crissolo: Giampiero Zinzi, Lucrezia Cicia, Pio del Gaudio, 

Altro assente, ma sempre presente, il grande regista della Lega a Caserta e Provincia, il 'capoclan politico'Paolo Romano, che prova a chiudere il cerchio sulla segreteria provinciale ed invia il suo uomo alla manifestazione di Pontida di oggi. Obiettivo: convincere Matteo Salvini a nominare quanto prima, il suo 'luogotenete' più fedele, Salvatore Mastroianni, a capo delle camicie verdi. 

Romano su indicazione del 'capo dei capi', Enzo Nespoli, gestisce 'la piazza casertana'. C'è però da superare il veto di colui che ha piantato il primo seme leghista a Caserta, il Presidente della BCC Terra di Lavoro S. Vincenzo de' Paoli, Valentino Grant, che seppur non ricoprendo nessuna ruolo ufficiale, è il fiduciario del 'cerchio magico' di Matteo Salvini

Grant, non lo nasconde, non digerisce la presenza di questo 'sistema', 'elefanti della politica' e Salvini, dopo i flop alle amministrative di Giugno in Campania, sta valutando se puntare su un' ex classe politica riciclata o puntare su una nuova gestione, fatta di donne e uomini del territorio non 'collusi' con un vecchio potere consociativo, spesso a braccetto con il malaffare.

 

 

 
 
lega salvini salvatore mastroianni pontida
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.