Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Lotta contro il degrado ambientale a Castel Volturno, ecco il piano della Cisas di De Florio

14 / 08 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Lotta contro il degrado ambientale a Castel Volturno; interviente Mario De Florio della Cisas. "Notevole - ha affermato - l’incremento umano, che quotidianamente comporta la presenza di circa 100 mila persone, tra residenti fissi e pendolari, comprese le decine di migliaia di immigrati, regolari ed irregolari, cosa che crea una massa enorme di rifiuti solidi. Nonostante cio', il degrado creato tende a diminuire grazie al notevole impegno delle istituzioni comunali di Castel Volturno e della ditta Senesi, societa' appaltatrice la raccolta dei rifiuti solidi nel vasto territorio, nonche' alla collaborazione dei dipendenti della Senesi, che lavorano duramente affinche' i rifiuti vecchi e nuovi vengano possibilmente rientrare nella norma. Si impone, pero', un maggior controllo da parte dei vigili urbani per evitare che sia i pendolari che gli immigrati continuino ad abbandonare regolarmente i loro rifiuti per tutto il litorale di Castel Volturno. A farne le spese sono proprio i cittadini dello storico e vecchio centro Castellano, i quali hanno validi motivi per lamentarsi. Intanto, la rappresentanza sindacale aziendale della Cisas e la segreteria provinciale della Cisas invitano tutti i residenti ed i numerosi pendolari a collaborare con il Comune e con la Ditta Senesi per evitare il degrado del loro territorio. Inoltre, la  Cisas chiede anche alle varie forze di polizia, sempre sensibili, a potenziare la loro sorveglianza, necessaria e vitale proprio per il rilancio turistico della zona e di tutto il meraviglioso litorale domitiano".
ambiente rifiuti castel volturno cisas cisas senesi
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.