Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Bosco: "Gli amministratori leggano da soli gli atti ufficiali". Zannini placa le polemiche: "Normale dialettica in maggioranza"

07 / 01 / 2017

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


“Leggo di una strumentale polemica, sollevata dal collega Zannini, in merito alle determinazioni assunte dalla Giunta Regionale con la delibera numero 748/2016 recante in oggetto ‘investimenti produttivi in aree di crisi industriale e interventi di sostegno in aree colpite da crisi diffusa delle attività produttive’. A questo punto ritengo doveroso invitare gli amministratori e tutti gli interessati a leggere direttamente e personalmente il contenuto della citata delibera, al fine di avere contezza chiara e precisa del suo contenuto”. Questa la replica del consigliere regionale di ‘Campania libera – Psi – Davvero Verdi’ Luigi Bosco all’intervento del collega Giovanni Zannini. “In tal modo sarà possibile verificare ‘ictu oculi’ la disposizione secondo cui ‘si potrà intervenire prioritariamente a favore dei Sll di San Marco dei Cavoti, Oliveto Citra, Sala Consilina, Sessa Aurunca, Vallata, Telese Terme, Eboli e Piedimonte Matese, e a favore dei Comuni esclusi dei Sll di Napoli, Nola e Torre del Greco’. Allo stesso tempo invito l’amico Zannini a non lanciarsi a capofitto in ‘lectio magistralis’ in ordine a presunte nozioni di geografia politica, in quanto un atteggiamento più mite e meno arrembante gli avrebbe permesso di leggere con maggiore attenzione la nota stampa cui ha fatto riferimento e comprendere che, alla base della stessa, c’era una chiara distinzione tra comuni e raggruppamenti Sll e che precipuo obiettivo era quello di biasimare il comportamento di colleghi della stessa maggioranza, che si prendono meriti non propri in relazione ad incontri, riunioni e tavoli tecnici attivati e sostenuti da altri consiglieri, come nel caso di specie è stato fatto dal sottoscritto e dal collega Oliviero. E non è la prima volta che capita. Spero che in futuro ci sia maggiore condivisione nelle esternazioni pubbliche in merito a risultati che sono per tutto il territorio e di tutta la maggioranza consiliare”.

A stretto giro è arrivata anche la nuova replica del consigliere regionale Giovanni Zannini. "Bosco continua ad andare fuori binario. Ancora una volta gli è sfuggito qualcosa. Nella mia nota mi sono complimentato e ho ringraziato l'Assessore Lepore che è e rimane l'unico artefice della rinegoziazione dei fondi nonché della loro destinazione verso tutte le SLL residue. Ho poi aggiunto che di questo percorso ero stato informato già a novembre scorso dagli uffici tanti da averne dato tempestiva notizia (come era mio dovere) a tanti comuni che mi chiedevano chiarimenti. Sicuramente anche Bosco si è attivato. Lo posso immaginare. Né io ho mai negato questo. Ciononostante ritengo doveroso e non limitabile il dovere che ha ogni consigliere di dare notizia e massima divulgazione ai risultati della giunta regionale soprattutto quando si traducono i segnali di attenzione verso i territori. Del resto lo stesso collega Bosco annunciava giustamente sulla sua pagiina Facebook l'inserimento di Santa Maria Capua Vetere nella previsione della delibera per il tramite della SLL di Napoli. E non mi sono sognato mica di muovergli accuse di isolazionismo o di essersi attribuito meriti non suoi. Santa Maria, infatti, è rientrata perché rferita ad una SLL richiamata dalla scheda A 11). Condivido, tuttavia, l'invito utile ad una maggiore coesione per il futuro su temi che segnano dei momenti positivi e di riscontro attuativo del programma dell'intera maggioranza. Purché ognuno rispetti l'altro".

casapulla fondi regionali luigi bosco replica giovanni zannini
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.