Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

TERRIBILE INCIDENTE | Investito e ucciso sull'Appia: muore il padre dell'ex ras. Indagato il conducente. I NOMI

09 / 01 / 2019

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


È il padre di un ex esponente di spicco della criminalità organizzata maddalonese e oggi collaboratore di giustizia, Nicola Martino, l’uomo investito e deceduto praticamente sul colpo nella serata di ieri lungo la Nazionale Appia a Montedecoro, frazione di Maddaloni. Luigi Martino, 74 anni, stava passeggiando lungo la strada quando è stato colpito da una Lancia Ypsilon guidata da un 18enne, Tommaso V., di Caserta ma residente a Maddaloni.

Martino era libero e in attesa della conclusione della vicenda processuale che lo aveva visto coinvolto insieme ai figli Nicola e Giuseppe, quest’ultimo tuttora detenuto. Alla guida della Y, che l’ha investito, c’era un giovane di Maddaloni, che lavora come guardia giurata e che si è fermato a prestare soccorso: purtroppo ogni tentativo è stato vano e ai medici del 118 non è rimasto altro da fare che constatare il decesso. Sulla salma potrebbe ora essere disposta l’autopsia.

Il giovane alla guida, guardia giurata, si è fermato per prestare il primo soccorso e chiamare l’ambulanza che, giunta sul posto, ha potuto solo accertare il decesso di Martino. Ancora da chiarire la dincamica del sinistro sul quale stanno indagando le forze dell’ordine.

Sul luogo dell’incidente sono intervenuti anche i carabinieri della Compagnia di Maddaloni, per effettuare i primi rilievi. Per la giovane guardia giurata sono ovviamente scattati gli esami tossicologici per accertare se fosse al volante in stato di alterazione psicofisica.

 

luigi martino nicola martino camorra maddaloni
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.