Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

FERIMENTO DI LUIGI | C' e' speranza per il 14enne. Piccoli miglioramenti delle condizioni celebrali. Sulle indagini...

03 / 01 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Giorni decisivi per la salute del piccolo Luigi Pellegrino, il 14enne ferito alla testa da un proiettile vagante il 24 dicembre scorso a Parete, mentre era con amici sul corso principale del paese.

L'adolescente è ricoverato al reparto di Rianimazione dell'ospedale di Caserta, tenuto in coma farmacologico vista la gravità della ferita, con il proiettile di grosso calibro - si tratta di un calibro 9 - che è penetrato nel cervello. E' ancora presto per dire se Luigi sia fuori pericolo, anche se l'infiammazione al cervello sembra si stia riducendo.

Sul fronte delle indagini, coordinate dalla Procura di Napoli Nord e realizzate dai carabinieri del Reparto Territoriale di Aversa, non è stato ancora individuato il responsabile del ferimento. Continuano gli accertamenti sulle pistole ritirate a persone residenti nella zona di via Vittorio Emanuele e in alcune vie limitrofe, per capire se il proiettile estratto dalla testa di Luigi possa corrispondere a qualche arma tra quelle ritirate per gli esami. L'ipotesi prevalente è sempre quella che qualcuno possa aver provato l'arma. Le indagini stanno cercando di appurare se il proiettile possa essere partite da un'area di campagna subito a ridosso della zona centrale del paese dove è avvenuto il fatto. Di certo Luigi è stato colpito da un proiettile esploso da una certa distanza.

 
 

 

© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.

     
http://api.viralize.tv/vast/?zid=AABDjcQFjsvezgFO&u=noicaserta.it