Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

CLAN DEI CASALESI | I Prefetto vieta il funerale in chiesa per il boss Venosa

07 / 08 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Nessun funzione in chiesa per i funerali del boss dei Casalesi i Luigi Venosa, scomparso questa mattina nella casa della figlia a Casapesenna, dove era stato trasferito perché ritenuto dai giudici non più idoneo al regime carcerario.

Il boss era stato trasferito dal carcere di Catanzaro, nei giorni scorsi su richiesta del suo avvocato, perchè in fin di vita dopo essere stato colpito da un brutto male. Le sue condizioni di salute si erano aggravate, Venosa stava lottando contro un brutto male da diverso tempo e ieri si è spento a 66 anni. I funerali di o’ cocchiere si terranno domani informa privata per indicazione della Questura.

Il questore di Caserta Antonio Borrelli ha vietato per motivi di ordine pubblico il rito funebre in chiesa per “Giggino o’ Cucchiere”, il decreto è stato già notificato alla famiglia e alla ditta che era stata incaricata del trasporto della salma.

Quest’ultima sarà quindi prelevata domani mattina dall’abitazione di Casapesenna in cui è morto Venosa, e portata al cimitero di San Cipriano d’Aversa dove verso le 10 verrà tumulato subito dopo un rito privato.

Intanto la moglie Angelina Simonetti, reclusa agli arresti domiciliari presso Casapesenna, ha chiesto di poter partecipare ai funerali. Venosa ha dominato per anni la scena criminale di San Cipriano d’Avesa ed aveva affermato nel corso degli anni un vero e proprio potere criminale all’interno della cosca guidata da Francesco Sandokan Schiavone. Diverse testimonianze nel corso di vari processi hanno avvalorato l’esistenza del clan Venosa, guidato, secondo l’accusa, da Raffaele Venosa, nipote di Luigi Venosa.

 

CLAN CASALESI luigi venosa funerale
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.