Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

M5S | Di Maio in tribunale ad Aversa contro ex attivista querelato

18 / 06 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il Vicepremier Luigi Di Maio è arrivato in mattinata ad Aversa, al Tribunale di Napoli Nord, dove testimonierà al processo per diffamazione intentato dal co-fondatore del movimento Gianroberto Casaleggio contro l'ex esponente Cinque Stelle e attivista della Terra dei Fuochi Angelo Ferrillo. Di Maio è entrato da un'uscita secondaria per evitare i giornalisti assiepati fuori all'ingresso del Tribunale.

La testimonianza del ministro - Dopo la morte di Gianroberto Casaleggio è stato complicatissimo sopperire alla sua perdita, ma ce l’abbiamo fatta e oggi il M5s è al governo”. Luigi Di Maio, testimone in un processo per diffamazione ad Aversa, ricorda così in aula il co-fondatore del Movimento nella causa intentata nel 2015 dallo stesso Casaleggio nei confronti dell’ ex attivista Angelo Ferrillo. Di Maio ha ricordato l’impegno appassionato di Casaleggio “per il movimento e per il Paese, e non dico gratuitamente, ma rimettendoci”. Rispondendo alle domande dell’avvocato di Ferrillo, Marco De Scisciolo, ha detto inoltre di non avere mai avuto rapporti con la Casaleggio Associati, ma sempre con la persona Casaleggio. E ha detto di non ricordare se l’espulsione di Ferrillo dal movimento avesse un nesso con la querela per diffamazione sporta da Casaleggio dopo il post offensivo scritto da Ferrillo su Facebook. “La cosa fu presa in carico dal comitato d’ appello”.

Hanno già parlato Dibba e Casaleggio - Nella precedente udienza di ottobre Alessandro Di Battista e Davide Casaleggio sono stati chiamati a testimoniare nel processo per diffamazione intentata contro Angelo Ferrillopresidente dell’associazione impegnata contro l’inquinamento ambientale della Terra dei Fuochi. Ferrillo è stato denunciato poco dopo le Primarie delle elezioni regionali in Campania, dalle quali è stato poi escluso. A presentare la querela nel gennaio 2015 fu Gianroberto Casaleggio (morto il 12 aprile 2016) dopo un commento di Ferrillo ad un post sul social network Facebook apparso nell’ottobre 2014 in cui Ferrillo scriveva: “Mi sto preparando a fare le valigie per espatriare visto che il futuro di questo Paese è in mano ad un fallito e truffatore con sede legale a Milano”; il figlio Davide ha proseguito il procedimento formalizzando la costituzione di parte civile tramite il suo avvocato Luigi Fuscia.

Di Battista, davanti al collegio del presidente Ferraiulo, ripose così alle domande dell’avvocato di Ferrillo, Marco De Scisciolo. “Non ho mai parlato della querela di Ferrillo con Beppe Grillo o Casaleggio ma l’appresi dalla stampa, conoscevo Ferrillo come attivista della Terra dei Fuochi sul territorio e sapevo che si era candidato, ma nello specifico non sono mai entrato”.

Alla domanda sulla gestione dei voti all’interno del Movimento, Di Battista raccontò: “sono stato scelto in modo assolutamente democratico. Conoscevo Casaleggio perche’ avevo mandato degli articoli da pubblicare, ero iscritto al Movimento. Non conoscevo Grillo ancora. Dopo un po’ mi arrivo’ una mail in cui mi si chiedeva se avessi voluto candidarmi”. Quanto alla sospensione ed espulsione di Ferrillo, il deputato M5S precisò che di quello “all’epoca si occupava solo Beppe Grillo. Non esisteva un consiglio di disciplina e non c’era un modo per opporsi alla decisione. Gianroberto Casaleggio ha fondato il Movimento con Grillo, ma non e’ mai entrato nella gestione politica. La sua gestione era tecnica, si interessava della gestione dei voti online come ora se ne occupa il figlio con la piattaforma Rousseau”.

Prima di Di Battista venne ascoltato Davide Casaleggio che parlò l’esistenza di un comitato d’appello per le espulsioni e le sospensioni dal movimento.

di maio tribunale aversa angelo ferrillo
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.