Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Sconfitta per la Real Maceratese contro Santa Maria la Fossa (2-3)

30 / 04 / 2017

|

Carla Caputo

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Partita spumeggiante al “Comunale” di Santa Maria La Fossa tra i padroni di casa e la Real Maceratese. Nell’atto conclusivo del girone A di Promozione 2016/2017, il team del presidente Andrea Guida e del vicepresidente Giuseppe Iannotta perde col punteggio di 3-2 all’interno di una partita tra due squadre già salve e quindi proiettate solo a divertirsi, senza dover per forza ottenere i tre punti. Tante le occasioni da ambo le parti, alla fine la spuntano i padroni di casa del presidente Enrico Roberto Martino e del ds Lorenzo Parente con maggiore determinazione negli ultimi metri, mentre da parte del team del ds Salvatore De Cesare sono numerose le chance fallite, tra cui anche un rigore. Clima gioviale al “Comunale” per l’ultima partita dell’anno, con uno spettacolo che manda in rassegna una lunga stagione agonistica.

PRIMO TEMPO. Al “Comunale” di Santa Maria La Fossa match tra due squadre che non hanno l’assillo del risultato, in quanto sono entrambe già salve. Assenti per i padroni di casa Daniele Parente, Gallo e Caiazza; tra i biancoazzurri indisponibili Capobianco, Setola ed Airhuoyuwa. Dopo i primi minuti di studio, in cui il ritmo è abbastanza basso, gli ospiti vanno per primi al tiro con Micalizzi: Galiero blocca a terra (8’). Pregevole la combinazione al 24’. Azione piena di fraseggi bassi, Castiglione per Fimiani che libera Micalizzi: palla al centro per Riccio che scaraventa la palla alta. Capovolgimento di fronte e Zanfardino libera Nazzaro, la cui conclusione viene deviata da De Cesare (25’). Sul susseguente corner, Avolio imbecca Nazzaro che anticipa tutti di testa sul primo palo: sfera sull’esterno della rete (26’). La prima frazione si avvia verso il pareggio, quando arriva il vantaggio del Santa Maria La Fossa. Punizione dal limite di Avolio: la mira è molto precisa, infatti la palla bacia il palo ed entra in rete. Sulle ali dell’entusiasmo i fossatari di Francesco Coccellato che vanno al tiro con Liccardi, deviato in angolo (44’). Il primo tempo va in archivio sul punteggio di 1-0 per il Santa Maria La Fossa.

SECONDO TEMPO. La ripresa esordisce con la conclusione di Massaro che viene deviata in corner da Biancardo (48’). La Real Maceratese, sfruttando il vento a favore, sale di intensità e pareggia al 57’. Traversone di Micalizzi per Riccio che trafigge Galiero con un piattone chirurgico. Quinto sigillo in campionato per il promettente attaccante maceratese che fa sempre più parlare di sè. I biancoazzurri di Giuseppe Cicala sfruttano le incertezze locali ed al 64’ concretizzano un ribaltone in piena regola. Legnante effettua un retropassaggio per Castiglione: l’ex Frattese e Savoia s’inventa una palombella delicata che scavalca Creuso. Per il capitano terzo sigillo in campionato con un goal di pregevole fattura. Ed addirittura, tre giri di lancette dopo, la Real Maceratese ha la possibilità di triplicare (67’). Di Ronza viene atterrato in area da Contestabile e l’arbitro assegna il penalty. Tutta la squadra cede la palla a Celio per calciare il rigore. Il mastino classe ’87 è ancora a secco di reti ed ha la chance di sbloccarsi, ma anche a Santa Maria La Fossa si ha la conferma che quest’anno il rapporto con il goal è da dimenticare. Creuso intuisce l’angolazione del tiro di Celio e respinge il rigore, prima che la difesa spazzi. Gli ospiti del ds Salvatore De Cesare vanno vicini al tris in altre due circostanze con Legnante: prima con un colpo di testa ed il tiro a giro che finiscono entrambi fuori. Dopo tante occasioni sciupate, il Santa Maria La Fossa pareggia con Massaro che finalizza l’assist di Liccardi e sopraggiunge a quota sette sigilli in stagione (76’). Senza l’assillo dei tre punti, si assiste ad una partita avvincente fino al termine della gara. Coccellato concede la possibilità a Luigi Parente di posizionarsi in attacco, così da tentare di segnare il decimo sigillo stagionale in una stagione straordinaria dal punto di vista realizzativo. Un’occasione per parte nel finale. All’88’ è strepitosa la sforbiciata di Castiglione che è indirizzata in rete ma Creuso è in gran giornata e con un riflesson felino devia in corner (88’). Più fortunato il Santa Maria La Fossa che sigla la rete del definitivo 3-2 con il tiro ad effetto di Avolio che sigla la sua doppietta personale, indovinando il sette alla sinistra di Biancardo, e mette fine alla stagione agonistica.

Tabellino: SANTA MARIA LA FOSSA-REAL MACERATESE = 3-2 (parziali: 1-0; 2-2)

SANTA MARIA LA FOSSA: Galiero (62’ Creuso), Contestabile, D’Amico (46’ Petrella), Liccardi, Avolio, Parente Luigi, Massaro, Valentino (62’ La Cava), Nazzaro, Tufano, Zanfardino. Allenatore: Francesco Coccellato

REAL MACERATESE: Esposito (47’ Biancardo), Di Lauro (59’ Di Ronza), Stanzione (73’ Maietta), Castiglione, Forro, De Cesare, Riccio, Legnante, Micalizzi, Fimiani, Celio. In panchina: Tramo, Mormile, Lauritano. Allenatore: Giuseppe Cicala

RETI: 42’ Avolio (S), 57’ Riccio (R), 64’ Castiglione (R), 76’ Liccardi (S), 91’ Avolio (S)

ARBITRO: Vincenzo Oliva della sezione di Nocera Inferiore (assistenti: Luca Antonio Pepe e Nicola Tartarone di Napoli)

NOTE: Ammoniti: Contestabile, Liccardi (S); Fimiani (R). Angoli: 6-2. Fuorigioco: 3-2. Recupero: 2 nel primo tempo; 2 nel secondo tempo. Spettatori: 70 circa

macerata campania santa maria la fossa sport calcio paritta vittoria
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.

     
http://api.viralize.tv/vast/?zid=AABDjcQFjsvezgFO&u=noicaserta.it