Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

MACRICO | PD e WWF contro il sindaco Marino: " Ritirare la delibera della strada nel Macrico"

03 / 07 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il sindaco di Caserta Carlo Marino è sotto attacco dal suo partito, il PD, e dal WWF, per la delibera che da il via alla richiesta di finanziamento per la costruzione di una strada al alto scorrimento all' interno del polmone verde casertano, il Macrico.  

Lo stesso capogruppo Pd Andrea Boccagna aveva chiesto di ritirare la delibera perché il progetto va ad incidere anche sul Puc e, soprattuto, non era passato al vaglio del consiglio comunale "né della commissione Urbanistica di cui sono presidente". Ma la nuova discussione ha acceso gli animi tra sindaco e Boccagna, con Marino che ha apparso molto nervoso nel replicare al capogruppo del suo partito, si è sfogato prima di abbandonare l'aula in segno di protesta con una frase: "Finché non mi girano le p... e mi vado a dimettere".

IL COMUNICATO DEL WWF - Il Wwf Caserta OA aderisce all’appello della Sezione Casertana di Italia Nostra in riferimento alla Delibera Comunale di Caserta del 25 maggio u.s., relativa al Programma di Riqualificazione Urbana dell’Area Est, in cui si prevede la realizzazione di un asse viario della larghezza di 20 metri attraverso l’area MACRICO, tangente alla Caserma Sacchi, con relativo ampio parcheggio. 

Appare fuori da ogni norma urbanistica e culturale una delibera comunale che stravolgerebbe il già compromesso tessuto storico urbanistico della nostra città, con un’operazione di “sventramento” che “implementerebbe” il livello di “città a misura di automobile” di Caserta.

Ma tralasciando le idee di civiltà e cultura, quello che sconcerta, è ignorare la normativa in materia urbanistica vigente (vd. norme di salvaguardia del PUC previste nell’art.10 della LR 16/2004 ) e contraddire in maniera evidente il Preliminare di Piano Urbanistico Comunale, approvato dalla stessa Giunta Marino il 14 marzo 2017. 

Trasformare quanto previsto, ovvero verde pubblico e, percorsi ciclo pedonali, in “autostrade urbane”, appare un goffo inizio dell’ennesima operazione di cementificazione selvaggia. 

Un intervento urbanistico di tale portata e le inevitabili conseguenze, richiederebbe una Valutazione Ambientale Strategica con un decisivo intervento della Sovrintendenza.

Altra considerazione è relativa al “Piano di Mitigazione”, che dovrebbe essere coerente al tessuto storico urbanistico di Caserta “città giardino” di vanvitelliana memoria.

Il WWF Caserta OA si riserva di accertare più dettagliatamente il carteggio ed i fatti e di continuare nella difesa del patrimonio storico, culturale e ambientale di Caserta.

carlo marinof caserta macrico
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.