Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Interporto, Bosco porta in Regione le sorti dei lavoratori

14 / 11 / 2015

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Giovedì 19 novembre, alle 11, presso la sala riunioni al ventunesimo piano della sede del Consiglio Regionale della Campania, al Centro direzionale di Napoli, ci sarà un’audizione della Terza commissione consiliare permanente incentrata sulle problematiche occupazionali all’Interporto Marcianise-Maddaloni. L’incontro è stato richiesto dal consigliere regionale di ‘Campania libera – Psi – Davvero Verdi’ Luigi Bosco. Alla riunione sono stati invitati, tra gli altri, il commissario prefettizio del Comune di Marcianise, il sindaco di Maddaloni, l’assessore regionale al Lavoro e i rappresentanti dell’Interporto Sud-Europa e delle società interessante alla vicenda. Per meglio conoscere la questione, il vicepresidente della commissione alle Attività produttive, Industria, Commercio e Turismo Luigi Bosco ha ricevuto una delegazione di operai impiegati nella costruzione di strutture all’interno dell’Ise, accompagnati dal dirigente sindacale Giuseppe Espugnato. I 41 lavoratori della ditta ‘Essetti’, il 9 settembre del 2013, in seguito ad un accordo sindacale, sono stati licenziati in massa a causa della revoca dell’appalto, che ha successivamente determinato il fallimento della stessa ditta. Il prossimo 8 dicembre finisce il periodo di mobilità e quindi gli operai non percepiranno più alcun ammortizzatore sociale. Adesso, si chiede lo sblocco dei lavori, fermi da quasi quattro anni, visto che ci sono ancora tantissime opere da realizzare presso l’Interporto (a Maddaloni ancora il 10%, quasi il 100% a Marcianise). «Ho chiesto ed ottenuto – afferma il consigliere regionale Luigi Bosco – un’audizione in Terza commissione per affrontare il problema dei lavoratori dell’Interporto. Già nei mesi scorsi, ho provato ad organizzare un incontro con i vertici dell’Ise ma non ho ricevuto alcuna risposta. Adesso, è arrivato il momento di intervenire concretamente anche perché oltre quaranta famiglie della provincia di Caserta rischiano di trascorrere un Natale triste, visto che il periodo di mobilità scadrà definitivamente il prossimo 8 dicembre». 

maddaloni marcianise interporto lavoratori bosco regione
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.