Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

MALTRATTAMENTO SU BAMBINI DELL'ASILO | Incastrate dalle telecamere: due maestre sospese

26 / 05 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Nella giornata di oggi, a conclusione di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, i Carabinieri della Stazione di Parete hanno dato esecuzione adun’ordinanza di applicazione della misura cautelare della sospensione dal servizio pubblico di insegnamento per la durata di 12 mesi, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Napoli Nord, nei confronti di due maestre rispettivamente di anni 56 e 52, residenti in Giugliano in Campania per l’ipotesi delittuosa di maltrattamenti aggravati in concorsoe ai danni di alunni minori loro affidati.

LE INDAGINI - Scaturite da una denuncia presentata ai Carabinieri di Parete dalgenitore di un bambino – alunno di una scuola dell’infanzia paritaria di Parete – che, all’interno delle mura domestiche, aveva manifestato ai genitori un cambiamento di umoreche poi è apparso riconducibile a comportamenti subiti a scuola anche in riferimento adalcune espressioni utilizzate dal piccolo. L’attività di indagine, effettuata dal 26 aprile al 25 maggio 2018, è stata condotta anche mediante l’utilizzo di videocamere nascoste e intercettazioni ambientali, che hanno consentito di documentare diversi episodi ai danni dei bambini.

I carabinieri, coordinati dal comandante della compagnia di Aversa Flavio Annunziata e dal sostituto procuratore della Procura di Napoli Nord Martinelli, hanno sistemato le telecamere in classe: hanno visto e sentito quello i bambini subivano per mano delle due maestre, due sorelle di Giugliano in Campania, a cui oggi sono stati notificati altrettanti provvedimenti di sospensione della durata di un anno. Le due donne sono maestre di oltre venti bimbi, di età compresa tra i 3 e i 5 anni. Le immagini registrate dai militari dell'arma testimoniano violenze, minacce, percosse e punizioni inaccettabili. In alcuni casi i bimbi venivano puniti facendoli restare in piedi per ore in un angolo della classe.
Poi, scappellotti sulle mani e in testa; minacce ("sta venendo la strega, vedrai quello che ti farà); strattonamenti, prendendo i bimbi per il braccio e anche rivolgendosi ai piccoli con delle parolacce. Le indagini si sono concluse appena ieri: i primi, rapidissimi accertamenti, hanno consentito di raccogliere indizi importanti. E la Procura della Repubblica di Napoli Nord è stata altrettanto rapida ad emettere i provvedimenti, per interrompere quando prima i maltrattamenti a cui erano esposti i piccoli. I militari dell'Arma stanno ora cercando di raccogliere informazioni anche da altri genitori dei bambini.

violenza bambi asilo parete
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.