Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Mamme, mogli e camorriste: prese le donne dei Belforte. 44 arresti e 10 mln sotto sequestro

24 / 04 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


44 arresti, dieci milioni di euro sequestrati, una rete di fattiva collaborazione tra esponenti dei clan Belforte di Marcianise e Casalesi. E' quanto emerge dalle centinaia di pagine dell'ordinanza che ha portato ad una maxi operazione all'alba contro due potenti poteri economico-camorristico della provincia di Caserta. L'attività investigativa (portata avanti in sinergia da polizia, carabinieri e finanza) ha delineato il ruolo di assoluto rilievo svolto negli ultimi anni secondo le indagini dalle mogli dei capi-clan, condannati a lunghe pene detentive e reclusi in regime di 41 bis: avevano assunto la reggenza dell'organizzazione, gestendone anche la cassa comune e garantendo il prosieguo delle attività illecite. Tra le destinatarie del provvedimento cautelare ci sono infatti Maria Buttone e Concetta Zarrillo, mogli dei capiclan marcianisani Domenico e Salvatore Belforte. Le indagini sono scaturite dal sequestro della contabilità e degli elenchi di imprenditori estorti e affiliati. Ricostruiti l'organigramma, le attività illecite e il modus operandi dell'organizzazione camorristica, divenuta a tal punto pericolosa da indurre il clan dei «Casalesi», nel corso degli anni '90, a stipulare un patto di non belligeranza per la spartizione delle attività estorsive nel comprensorio tra Caserta e Marcianise. Inoltre è stato effettuato anche il sequestro preventivo di beni per un valore di oltre 10 milioni di euro, con 250 rapporti bancari appartenenti a soggetti o società riconducibili ai componenti dei nuclei familiari degli arrestati.
Marcianise Cronaca camorra casalesi casalesi belforte
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.