Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

ASSENTEISMO | Il sindaco smaschera un dipendente dell' azienda dei rifiuti: "Questi tizi andrebbero infilzati con un forcone"

03 / 08 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


E' un fiume in piena Antonello Velardi. Questa volta finito nel mirino del sindaco di Marcianise è un dipendente assenteista della società Marcianise Servizi, reo di 'assentarsi' con la 'giustifica' della malattia.

"Sembra una barzelletta ma purtroppo è una storia vera. Ve la racconto, almeno così condivido con voi la mia incazzatura.

Un dipendente di Marcianise Servizi - l'azienda che ha in appalto la raccolta dei rifiuti - resta a casa diversi mesi perché dice che è ammalato. Non va a lavorare ma guadagna nel frattempo comunque 1.600 euro netti al mese. A un certo punto capisce che deve tornare a lavorare perché sta esagerando. Torna e chiede le ferie, chiede tutto il mese di agosto.

Quelli dell'azienda sono abbastanza incavolati con lui, in ogni caso non vogliono accordargli di vacanza proprio il mese di agosto. Gli dicono che se ne deve riparlare a settembre perché nel frattempo in ferie devono andare gli altri: hanno la precedenza, finora hanno sempre lavorato.

Lui che fa? Presenta un certificato medico con allegata relazione di una psicologa: è esaurito, è depresso, si deve riposare. Manco a farlo apposta ha bisogno proprio di un mese di riposo da esaurimento, proprio ad agosto.

Fosse niente. Il depresso che fa? È obbligato a lasciare l'indirizzo dove si troverà ad agosto per gli eventuali controlli. E anziché lasciare il suo indirizzo di Marcianise, ne lascia un altro di Paestum. Il Comune è quello di Capaccio e l'indirizzo è quello di un villaggio turistico.

Ricapitolando: un mese di riposo, di malattia, ma in un villaggio turistico sul mare. Ad agosto. Pagato nel frattempo 1.600 euro al mese, quota piena. Per la cronaca i soldi li mette l'Inps, cioè li mettiamo noi, cioè io e voi. Chi se ne frega dei rifiuti da raccogliere? L'importante è riposarsi in riva al mare, regolarmente retribuito.

Non so voi, ma io sono incazzato nero. Massimo rispetto e massima comprensione per chi è davvero ammalato; massimo disprezzo per chi prende i soldi e si mette di malattia andando a fare le vacanze. E massimo disprezzo per quei medici che certificano queste malattie: se vado io, diranno pure a me che sono depresso e devo riposarmi un mese?

Quest'è. Così ha funzionato il sistema aziendale di raccolta dei rifiuti a Marcianise. Finora sono tre i dipendenti di Marcianise Servizi licenziati, ma penso che altri dovrebbero fare la stessa fine. Lo auspico vivamente, per rispetto dei colleghi che davvero lavorano e molto anche.

Nulla vi dico sull'identità di questo campione di furbizia che fa le vacanze a spese nostre. Diciamo che a Marcianise Servizi non è entrato per concorso, né per merito. Se qualcuno mi scrive in privato, gli dò l'indirizzo del villaggio di Paestum dove questo scienziato trascorrerà le vacanze a spese nostre. Non per andarlo ad affogare a mare; no, questo no. Solo per andarlo a fotografare e per verificare se davvero sta bene, rilassato, tranquillo. Una copia della foto la voglio mandare anche alla psicologa che ha verificato la depressione di questo poveretto. Così, giusto per rassicurarla.

Poi uno dice che si incazza e prende i forconi. Questi tizi andrebbero davvero infilzati tutti, ma proprio tutti. In gruppo, i nullafacenti e chi li copre. Gentaglia!"

assenteismo marcianise servizi
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.