Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

ARRESTATO PER OMICIDIO | Ex Calciatore del Marcianise era anche coinvolto nel calcio scommesse

29 / 03 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il gip del tribunale di Napoli ha convalidato il fermo - ed emesso ordinanza di custodia cautelare in carcere - per i due uomini, zio e nipote, bloccati ieri dalla Polizia di Stato per l'accoltellamento di lunedì pomeriggio a Napoli. Giovanni Russo, di 52 anni, ed il nipote Massimo Russo, di 37 anni, sono accusati di concorso di tentato omicidio aggravato. Il pomeriggio del 26 marzo scorso, i poliziotti delle volanti intervenivano in via Miroballo, dove poco prima dinanzi ad un centro estetico due fratelli, rispettivamente di 23 e 24 anni, erano stati accoltellati e trasportati in ospedale. Le indagini dei poliziotti hanno consentito, anche grazie all'analisi delle immagini dei sistemi di videosorveglianza, di ricostruire la dinamica dei fatti. Sia Gennaro che Massimo Russo erano armati di coltello e avrebbero colpito i due fratelli per motivi apparentemente legati a pregressi contrasti.

Massimo Russo ha un passato nelle giovanili del Napoli, ma con gli azzurri ha anche esordito in B. Poi un gravissimo infortunio ne ha fermato l'ascesa, ma il terzino ha comunque vestito diverse maglie prestigiose, compresa quella del Real Marcianise. Con la compagine gialloverde fu tra i protagonisti della cavalcata fantastica in serie Ci, anche se quell'esperienza venne successivamente offuscata dal deferimento e dalla successiva combine per la gara di fine campionato col Gallipoli. Ora per Russo ci sono nuovi guai, ben più seri. 

Russo è anche conosciuto alla cronaca, perchè nel 2014 secondo quanto riferito dalla Direzione nazionale antimafia: "prima della partita Gallipoli-Real Marcianise, valevole per il campionato di Lega Pro girone B, stagione 2008/2009, Salvatore e Ivano Righi, Giuseppe Giannini e Luigi Dimitri - questi ultimi rispettivamente allenatore e direttore sportivo del Gallipoli Calcio - si accordarono per consegnare la somma di cinquantamila euro a calciatori del Real Marcianise, tra cui Michele Murolo, Massimo Russo"

massimo russo marcianise calciatore
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.