Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Mastroianni: `Ecco la doppia faccia del Pd. In Provincia chiede le dimissioni di Della Cioppa indagato. A Santa Maria CV governano con gli indagati`

24 / 12 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


 “Abbiamo assistito al fatto che i vertici provinciali del Pd di Caserta, evidentemente unitamente al proprio gruppo consiliare presso l’amministrazione di corso Trieste di Caserta, hanno letteralmente fatto le corse per chiedere la testa del Presidente del Consiglio Provinciale Giancarlo Della Cioppa destinatario  di un avviso di garanzia nell’ambito di un’inchiesta giudiziaria che lo vede coinvolto. Premesso ciò, abbiamo serie difficoltà invece a comprendere come il Pd di Santa Maria Capua Vetere guidato dai consiglieri provinciali Antonio Mirra e Giuseppe Stellato, non assuma le medesime integerrime posizioni, ovviamente sempre e solo ispirate alla legalità e alla trasparenza, per vicende simili che caratterizzano da mesi l’amministrazione comunale della città del Foro”. Anche alla vigilia di Natale il coordinatore del Nuovo Centro Destra di Santa Maria Capua Vetere Salvatore Mastroianni non manca di lanciare una stiletta nei confronti della maggioranza. “Questo – riprende Mastroianni - riguarda le vicende di qualche consigliere comunale gioiosamente transitato dalle file dell’opposizione a quella della maggioranza di centrosinistra (il riferimento è ad Alfonso Salzillo, ndr) e le significative questioni giudiziarie relative ad un noto imprenditore marcianisano (Angelo Grillo, ndr) costantemente presente durante l’ultima campagna elettorale amministrativa del 2011. In pratica è palese ed è politicamente sconcertante come il PD dei Consiglieri Antonio Mirra e Giuseppe Stellato, che sono leader della Sinistra sia in Provincia che nella città di Santa Maria Capua Vetere, applichi comportamenti diametralmente opposti per situazioni che riguardano sempre e in ogni caso “Legalità e Trasparenza”. Per la serie non si può alzare la bandiera della legalità nell’Amministrazione Provinciale di Caserta e, al contrario, ammainarla al Comune di Santa Maria Capua Vetere. Tutto ciò evidenzia semplicemente una sorta di ‘Doppio metro di giudizio’ del Pd che per fattispecie simili o analoghe ritiene di giungere a conclusioni non solo diverse ma addirittura opposte. Chissà se era proprio ed esattamente questo il significato del “Rinnovamento” tanto predicato dall’amico Dario Mattucci durante la campagna elettorale del 2011?”.
santa maria capua vetere salvatore mastroianni dimissioni alfonso salzillo alfonso salzillo giuseppe stellato
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.