Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Mercatino illegale in piazza, il sindaco non si presenta al nuovo vertice in Prefettura

21 / 03 / 2017

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il sindaco di Caserta Carlo Marino ha dato buca questa mattina alla riunione convocata dal prefetto Arturo De Felice per affrontare la delicata questione del mercatino illegale di piazza Pitesti, tornato alla ribalta dopo l’aggressione dell’inviato di Striscia la Notizia Luca Abete. Stamane, infatti, era stato convocato il comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza nel corso del quale si sarebbe dovuto discutere delle soluzioni per affrontare il problema, ma il sindaco (che era impegnato a Napoli) non si è presentato senza inviare nessun esponente dell’amministrazione comunale a rappresentarlo. In Comune, intanto, si sta continuando a lavorare per trovare una soluzione condivisa per il mercatino degli stranieri, che molto probabilmente verrà spostato dalla piazza che occupavano in maniera illegale e ‘regolarizzato’ in una zona non troppo lontana: si tratterà di un mercatino etnico, dove naturalmente sarà vietata la vendita di merce contraffatta, che gli stranieri (per lo più senegalesi) potranno utilizzare dopo aver pagato la tassa di occupazione nei week end.

LA NOTA DELLA PREFETTURA. Si è tenuta, in data odierna, presieduta dal Prefetto di Caserta, Arturo De Felice, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, convocata per esaminare, tra l’altro, come preannunciato, le problematiche correlate al fenomeno dell’abusivismo commerciale in Piazza Pitesti a Caserta e verificare lo stato di attuazione delle misure concordate con il Comune nella precedente riunione del 15 marzo u.s.. Stante l’assenza del Sindaco di Caserta o di un rappresentante delegato dell’ Amministrazione Comunale, il Prefetto ha disposto il rinvio della trattazione di quel punto dell’ordine del giorno.

caserta sindaco carlo marino mercatino illegale prefettura vertice
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.