Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

CINEMA IN LUTTO | Muore regista casertano: aveva ricevuto il David di Donatello

25 / 10 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


E' morto Michele Carrillo, regista 42enne capuano. Il male del secolo l' ha portato via. Lascia la moglie e 2 figli maschi quasi adolescenti. La salma giungerà a Capua nella giornata di domani, verso le 13, mentre i funerali si terranno alle ore 17:00 presso la Cattedrale.

Carrillo prima di entrare alla Scuola Nazionale di Cinema ha realizzato due corti : "Out" (1996), selezionato alla Mostra Nuovo Cinema in Pesaro; "Venere, Quirino, Ubaldo e Matilda" (2000) che ha partecipato al Clermont-Ferrand Short FlIm Festival; selezionato con "Mon Cher" al Mar del Plata Film Festival. Si è diplomato nel 2003 con "Sole".

Ed è stato proprio grazie al cortometraggio dal titolo "Sole" (ultimo episodio del film collettivo "Sei pezzi facili", prodotto SNC/RAI che raccoglie i saggi di diploma del Centro Sperimentale) che è stata regalata a Michele Carrillo la gioia e la grande soddisfazione di ricevere un premio tanto ambito come il David di Donatello.

Il film si basa su temi come l'infanzia, l'estate, il gioco e la scoperta dell'amore. Una scrittura che poteva risultare piatta è invece risolta con precisione di dettagli psicologici e con rara sensibilità. Non è facile far recitare i bambini e i protagonisti del film sono senz'altro ben diretti oltre che sorprendentemente bravi. Sono quattro ragazzi (Antonio, Cisco, Nando e Gianluca) ancora ingenui, con l'intenzione, tipica della loro età, di nascondere gli anni e l'esperienza. Così si sfidano continuamente per dimostrare forza, carattere e maturità che ancora non hanno. Un giorno scoprono una prostituta e devono fare i conti con le loro personalità, mettendo in gioco anche la propria amicizia. Attratti e respinti da lei, la spiano e la sbeffeggiano, ma il più sensibile dei quattro se ne innamora. Così, per difendere la ragazza dall'invidia e strafottenza degli altri tre, escogita di essere già stato in sua "compagnia" e di conoscerne il nome, inventandolo sul momento: Sole. Gli altri tre tra l'invidia e lo stupore decidono che è anche il loro "turno" in questo classico rito di iniziazione. Il tutto è accompagnato da un colonna sonora che rievoca gli anni '60.

 

michele carrillo morto regista
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.