Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

ADDIO | Commozione e disperazione ai funerali di Michele e del piccolo Marcello

01 / 09 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Commozione e tanta sofferenza a Caiazzo, al punto che si è reso necessario l’intervento dell’ambulanza per soccorrere qualche persona che ha perduto i sensi, tanto era il dolore provato all’arrivo nella chiesa di san Francesco delle due salme di Michele Melillo e di suo figlio Marcello, di soli nove anni: le due vittime del tragico incidente stradale verificatosi nella mattinata di mercoledì lungo l’autostrada del sole, nei pressi di Orvieto.

Insieme ai due viaggiava la signora Esther Ponsillo, moglie del primo e madre del secondo, che se l’è cavata con alcune ferite, sicché, sebbene straziata oltre ogni dire, ha potuto partecipare alla mesta funzione coofficiata dal vescovo monsignor Valentino Di Cerbo, dal parroco don Antonio Di Lorenzo.

Spiccava tra la folla, in testa al corteo, uno striscione con un toccante “addio” preparato e trasportato dai compagni di classe del piccolo Marcello, del quale innanzi al tempio è stata posta una gigantografia che che ha fatto avvertire ancor più il dolore, già struggente, per la sua scomparsa.

Insufficiente si è dimostrata la stessa piazzetta antistante il tempio, sicché, grazie alla diffusione sonora, la folla ha potuto seguire la funzione dall’antistante piazza e dalla contigua strada, sino a raggiungere piazza Portavetere, da dove il corteo si è mosso prima e dove si è sciolto dopo, quando, fra scroscianti applausi dei presenti, visibilmente commossi, i feretri sono ripartiti alla volta di Alife, dove, per espressa volontà familiare, le salme sono state trasferite e quindi tumulate nel cimitero comunale.

 

Michele e Marcello Melillo morto incidente
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.