Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Minaccia il datore di lavoro con una pistola per farsi consegnare il Tfr, arrestato dipendente di officina

26 / 10 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Minaccia il datore di lavoro con una pistola per farsi pagare gli stipendi ed il trattamento di fine rapporto, finisce in manette un 43enne di Casandrino, S.G. I fatti sono accaduti lo scorso 30 agosto in un'autorivendita di Lusciano. Il titolare, dopo essere stato minacciato dal proprio dipendente, ha presentato la denuncia ai carabinieri che hanno fatto partire le indagini. Il pm Francesca De Renzis ha concordato perfettamente con l’ipotesi investigativa dei militari operanti che hanno proceduto oggi all’arresto per tentata estorsione aggravata, detenzione illegale e porto in luogo pubblico di arma da fuoco nei confronti del meccanico dell’autorivendita in argomento. L’uomo è stato incastrato anche dalle riprese registrate dall’impianto di video sorveglianza installate presso l’esercizio commerciale che hanno dimostrato la consistenza delle minacce subite dal 59enne datore di lavoro di Trentola Ducenta. Durante la perquisizione domiciliare veniva rinvenuta e sottoposta a sequestro l’arma utilizzata per l’atto intimidatorio, una pistola scenica modello 92fs, abilmente occultata all’interno dell’armadio della propria camera da letto. L’arrestato è stato condotto presso la propria abitazione, ove rimarrà a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.  
Cronaca arresto carabinieri Trentola Ducenta Trentola Ducenta titolare
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.