Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Mondragone, Fusco a muso duro contro Schiappa: `Il piccolo podestà reagisce in modo scomposto`

01 / 01 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


"Il piccolo "podestà" reagisce in modo scomposto". E' duro il commento di Mario Fusco, esponente del Pd di Mondragone ed ex consigliere comunale relativamente all'ultimo botta e risposta tra l'opposizione ed il sindaco Giovanni Schiappa (leggi qui). "Forse - aggiunge Fusco - non tollera più le frustrazioni del fallimento politico e amministrativo del proprio esecutivo (eccezion fatta per qualche delega), elettoralmente abusivo e non rispettoso della democrazia elettiva, ormai più al digerito che alla frutta. Non siedo, ormai, tra i banchi del consiglio comunale dalla scorsa estate, pertanto non si capisce l'esplicito attacco nel manifesto alla mia persona. Comunque, serenamente, posso ricordargli che i "cugini", sono stati eletti con le proprie forze e quelle di storici (ancora) amici, e siedono rispettosi del "popolo sovrano", principio ad egli poco familiare, tra i banchi delle minoranze. Contariamente a coloro i quali prima seducono o si "lasciano" sedurre e poi abbandonano. Del resto lo conosciamo bene: prima ha condiviso percorsi e personaggi politici a tutti noti, per poi abiurarli perché "scomodi" per la propria carriera politica. E come tutti sanno, non disdegnando di "succhiare" voti, posizioni e incarichi, anche per congiunti (vedi Comune e Ce4), ciò nonostante ".....lo ripugnano". Esattamente come accaduto alla maggioranza che gli ha consentito di essere eletto sindaco al primo turno. Pertanto, Buon Anno Sindaco, con la speranza che il 2014 possa lenire il dolore del suo fallimento non solo politico, e sia per lei foriero di maggiore umiltà, modestia e sobrietà e rispettoso dei cittadini elettori e dei suoi sostenitori".
mondragone mario fusco giovanni schiappa sindaco sindaco podesta
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.