Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Cartelle esattoriali, la replica di Schiappa: “I contribuenti possono già ‘rottamarle’”

03 / 01 / 2017

|

Valentina Martinisi

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


"I contribuenti mondragonesi hanno già la possibilità di avvalersi della rottamazione delle cartelle." Ad affermarlo il sindaco Giovanni Schiappa, in risposta ai comunicati diramati da Mondragone Bene Comune. L'entrata in vigore del Decreto-Legge 22 ottobre 2016, n. 193, Disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili (GU n.249 del 24-10-2016 ) convertito con modificazioni dalla L. 1 dicembre 2016, n. 225 (in S.O. n. 53, relativo alla G.U. 02/12/2016, n. 282),ed in particolare l'articolo 6, attribuisce la facoltà ai contribuenti di richiedere la definizione agevolata dei carichi affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2016. I debitori possono dunque estinguere il debito senza corrispondere le sanzioni comprese in tali carichi e gli interessi di mora. "Avendo il Comune di Mondragone affidato i ruoli ad Equitalia per gli anni interessati dalla normativa di favore per i contribuenti, non occorre che l'Ente proceda ad alcun adempimento affinché i contribuenti possano esercitare compiutamente i propri diritti. L'affidamento dei ruoli ad Equitalia è stato oggetto di tante e tali discussioni, portate anche in consiglio comunale nonché di provvedimenti amministrativi. Dubitarne equivale a manifestare o malafede o ignoranza!", aggiunge il sindaco. Il contribuente che intenda aderire alla rottamazione dei ruoli deve, entro il 31 marzo 2017, presentare a Equitalia l'istanza per l'adesione alla procedura, compilata sull'apposita modulistica. Nella domanda il debitore deve indicare la modalità con cui pagare la nuova cartella scontata: in un'unica soluzione o a rate, fino a 5. "Abbiamo comunque già da tempo dato indirizzo agli uffici competenti di verificare se vi siano partite non affidate ad Equitalia per le quali il Comune abbia deciso, a suo tempo, di procedere in proprio alla riscossione coattiva". L'articolo 6 ter della citata legge stabilisce che nel solo caso in cui siano state emesse ingiunzioni fiscali che non siano state riscosse, l'Ente può procedere all'adozione di un atto a contenuto normativo che disciplini la facoltà di definire le ingiunzioni di pagamento, con eliminazione delle sole sanzioni, e non anche degli interessi di mora. Si tratta quindi di una sanatoria meno conveniente rispetto a quella nazionale. "Laddove dovessimo rinvenire situazioni in cui è necessario intervenire, l'amministrazione da me guidata procederà a coinvolgere il consiglio comunale per la tempestiva adozione, entro il prossimo 1 febbraio, degli atti di competenza. L'interesse dell'amministrazione è sempre stato e sarà quello di agevolare la vita ai cittadini!", conclude Schiappa.

 

 

 

 

mondragone cartelle esattoriali schiappa replica rottamazione
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.

     
http://api.viralize.tv/vast/?zid=AABDjcQFjsvezgFO&u=noicaserta.it