Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Filiera termale a Mondragone in disuso, la protesta di Piazza

30 / 10 / 2015

|

Alessio De Felice

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Giuseppe Piazza, consigliere comunale di Mondragone, espone il proprio punto di vista sui lavori pubblici realizzati dall’amministrazione Schiappa: “Ecco i lavori di Cennami e Schiappa, queste sono le loro opere pubbliche.E’ bastato un rapido sopralluogo sulla nuova strada denominata “Filiera Termale” per constatare il totale stato di abbandono e di degrado in cui versa. Rifiuti disseminati lungo i margini destro e sinistro della carreggiata, ingombranti abbandonati ai lati dei marciapiedi e canneti presenti lungo tutto il percorso viario che la fanno da padrone, tanto da ridurre la sede stradale ad una larghezza paragonabile quasi ad una mulattiera. L’opera è stata ultimata appena prima dell’estate ed è stata realizzata con fondi europei, con un progetto che risale alla prima amministrazione della Giunta Conte. Una strada che dovrebbe essere l’anello di congiunzione ideale tra la provinciale Incaldana e la Via Domitiana, con il duplice obiettivo di alleggerire il traffico, soprattutto nel periodo estivo, e - contemporaneamente – valorizzare un’ampia zona della piana mondragonese ad immediato ridosso di un’area che il Piano  Regolatore Generale del Comune di Mondragone destina a zona commerciale. E invece, nulla di tutto questo! Il degrado più assoluto la fa da padrone. L’amministrazione ribaltonista sembra quasi che abbia portato a termine il completamento dell’opera solo ed esclusivamente per non perdere l’ennesimo finanziamento. L’impressione che se ne ricava è che di quella strada Cennami e Schiappa non ne vogliano proprio sapere, anzi – molto probabilmente – non sanno nemmeno dove è situata! Questo è il cosiddetto “per il bene della città”, bruciare fondi pubblici e poi abbandonare quanto realizzato senza alcun interesse per lo sviluppo del territorio”.

mondragone sindaco schiappa cennami piazza filiera termale
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.