Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

TERRORISTA DELL' ISIS | E' caccia ai complici 'casertani' che lo hanno aiutato durante la latitanza

02 / 03 / 2019

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


La città dove arrivano i terroristi. San Marcellino, conta appena 15mila abitanti, eppure è qui che sembra essersi creato un polo di attrazione per gli jihadisti: Mourad Sadaoui, l'algerino arrestato ieri, è solo l'ultimo dei soggetti orbitanti nelle località dell'agro-aversano finiti all'attenzione dell'intelligence.

Nel mirino dell'Antiterrorismo ci sono stati due tunisini, l'imam della moschea locale e, nel 2016, in quello stesso centro islamico di San Marcellino, fu arrestato Edine Khemiri che su Facebook si professava «seguace dell'Isis a vita» e che aveva tentato di comprare alcuni kalashnikov dal clan dei casalesi. Rapporti quelli tra jihadisti e criminalità organizzata che negli ultimi anni sembrano essere divenuti sempre più frequenti. 

 

Ma gli inquirenti italiani, ora, stanno focalizzando l’attenzione su un altro aspetto importante: come ha fatto un ‘foreign fighter’ a rientrare in Italia? Chi lo ha aiutato? Domande che potranno trovare forse una risposta nei due cellulari che sono stati sequestrati nel casolare. E’ attraverso le tracce di quei due numeri di telefono che si proverà a ricostruire il percorso del 45enne algerino, primo foreign fighter’ di ritorno dalla guerra ad essere arrestato dopo la fine dell’Isis. 

All’interno del covo, gli uomini della Digos di Caserta che lo hanno arrestato non hanno trovato altri strumenti elettronici (pc o tablet), quindi è ipotizzabile che i due cellulari possano rivelare tracce del suo passaggio. Soprattutto in provincia di Caserta, dove era tornato dopo la guerra, forse cosciente di poter essere al sicuro. 

Ma grazie a chi? E’ quello che adesso vogliono scoprire gli inquirenti: capire chi lo ha aiutato a rientrare in Italia, chi gli ha dato ospitalità prima a San Marcellino e poi negli altri comuni dell’agro aversano dove si è spostato, prima di trasferirsi nella campagne tra Maddaloni ed Acerra dove è stato definitivamente bloccato.

 

Mourad Sadaoui terrorista isis arrestato
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.