Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Napoli e la nuova sfida di Internet

17 / 01 / 2020

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Chi l’avrebbe mai detto che il Sud potesse battere il nord in quanto a velocità medie di connessione? Ebbene sì, secondo un ultimo studio, infatti, Campania, Calabria e Puglia sono regine della classifica. Questo grazie a forti investimenti in termini di banda larga e ultralarga. Il sistema di incentivi pubblici ha portato ad una maggiore copertura della fibra nelle zone del Mezzogiorno. Ad oggi, ci sono più connessioni Ftth a Napoli che a Bologna. La copertura in Campania è al 21%, di poco inferiore al 23% della Lombardia. In pole c’è la Liguria (37%), seguita da Piemonte (24%). Ultime sono le Marche (3%), Molise e Valle d’Aosta senza copertura. Il 41% dei comuni campani, infatti, è ormai coperto dalla connessione a banda larga. Nel corso degli ultimi 8 anni, inoltre, le medie in termini di velocità sono aumentate del 7% circa.

Napoli è il cuore pulsante di questa particolare mappa che calcola la media delle connessioni. Il capoluogo campano fa segnare numeri importanti grazie soprattutto al grande numero di aziende che risiedono in città. I cittadini utilizzano internet veloce per le diverse attività. I napoletani trascorrono online in media 1 ora e 19 minuti tra le 15:00 e le 18:00 (fascia oraria principale con il 54,6% di persone connesse). Le pagine medie visitate sono 102 tra cui l’immancabile Facebook che, insieme a YouTube e Wikipedia. Youtube, infatti, continua ad essere il social più amato a Napoli seguito poi da Facebook, anche questo con finalità ludiche di condivisione contenuti video. C’è poi la moda del momento, quella delle serie tv, che ha fatto schizzare in alto il dato di utenti napoletani che si collegano giornalmente a portali e siti di piattaforme quali Netflix, Casino777 Italia e affini: una tendenza che è cresciuta in modo incredibile negli ultimi due anni.

Grazie alle connessioni veloci e sicure le aziende napoletane sono in grado di ricevere ed inviare dati importanti in breve tempo. Dati che aiutano ad ampliare il proprio business. Secondo un recente studio, infatti, una connessione Internet scadente e lenta può costare fino ad una settimana di lavoro all’anno, nonostante il tempo “perso” ad aspettare download o upload a causa di una rete lenta possa sembrare limitato. La connessione Internet di cui è dotata un’azienda non dovrebbe mai limitarne la produttività, anzi, dovrebbe essere lo strumento che asseconda i flussi produttivi e ne velocizza l’esecuzione. La fibra ottica è molte volte più veloce che un tradizionale cavo in rame, arrivando a toccare velocità di trasmissione di 100Gbps che la rendono in assoluto la soluzione più performante fra le diverse tipologie di connessione.

Punto fondamentale di internet è il cloud. Questo è un importante strumento aziendale per numerose funzionalità. La velocità e ampiezza di banda della fibra ottica si traducono in un accesso più veloce ai dati e alle applicazioni on the cloud. I venditori o addetti al front office avranno la possibilità di servire i clienti senza ritardi e di comunicare con loro in real time senza cadute di linea. Altro tema fondamentale è l’affidabilità.

Connessioni internet non affidabili spesso significano costi reali per l’azienda: qualsiasi downtime non pianificato può portare ad un completo stop della comunicazione aziendale e della produzione stessa. La fibra ottica è significativamente più stabile del rame e meno suscettibile agli eventi atmosferici e alle interferenze elettriche ed umane: è quindi preferibile in tutti quei contesti dove una connessione affidabile sia cruciale. Così come la potenza del segnale. Il segnale in una connessione in fibra si degrada molto più tardi e su distanze molto più elevate: aziende che si sviluppano su spazi notevoli possono facilmente beneficiare di un segnale più stabile in qualsiasi punto grazie all’installazione della fibra.

trading internet
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.