Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Nasce in Comune a Caserta un super gruppo di 10 consiglieri. Primo obiettivo: togliere la carica di vice sindaco a Ferraro

05 / 07 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


È nato ufficialmente un nuovo gruppo al Comune di Caserta e stavolta il sindaco Pio Del Gaudio non potrà far finta di niente. Già, perché il gruppo conta ben dieci consiglieri comunali, i sette dell'Udc (Puoti, Acconcia, Ciontoli, Del Rosso, Maietta, Zullo e Oliva), i due consiglieri di Fratelli d'Italia (Piscitelli e Bologna) ed il consigliere indipendente Russo. Un gruppo e che ha un intento chiaro: portare a casa tre assessori e togliere la carica di vice sindaco ad Enzo Ferraro, così come chiesto già in tempi non sospetti dai centristi. Secondo quanto sottoscritto nel documento, il gruppo “si pone l’obiettivo di operare all’interno del Consiglio Comunale attraverso la formulazione di proposte operative e programmatiche sulle quali chiamare al confronto sia le forze politiche di maggioranza che di opposizione”. Nel documento i consiglieri hanno sottolineato che “a due anni dalla vittoria elettorale e dall’insediamento dell’amministrazione guidata dal sindaco Pio Del Gaudio molti progetti sono stati realizzati, nonostante la difficile situazione finanziaria del Comune. Al contrario su alcune problematiche di particolare impatto per la città (assetto del territorio, vivibilità, Ztl) il cammino della coalizione che sorregge il sindaco è apparso incerto ed eccessivamente tortuoso rispetto ai bisogni che emergono dalla cittadinanza: troppe questioni attendono di essere affrontate ed incanalate verso una soluzione utile a rispondere ai bisogni della città, sovente manca una visione complessiva di governo e si dà l’impressione di procedere a tentoni; manca una visione strategica della città capoluogo proiettata verso il futuro, indipendentemente dall’impegno che sindaco e assessori mettono quotidianamente nel loro lavoro. Occorre  - hanno proseguito i consiglieri – una svolta politica e programmatica, una messa a punto della macchina amministrativa che non può funzionare in maniera adeguata senza un quadro politico di riferimento chiaro e definito in tutte le sue componenti. Purtroppo la verifica politica e programmatica – che pure il primo cittadino si era impegnato a portare avanti – si è conclusa con qualche cambio all’interno della compagine degli assessori che non si sa quanto potrà risultare produttivo”. 
comune caserta gruppo consiliare udc udc enzo ferraro
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.