Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

IL VIDEO | Calciatore dilettante originario del casertano, ucciso a coltellate davanti ai compagni di squadra. ARRESTATO IL KILLER

28 / 05 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Omicidio nella notte a Ottava, borgata a poca distanza da Sassari. Un giovane di 23 anni Nico Della Morte, impiantista e calciatore dell'Ottava, é stato ucciso a coltellate durante una lite a pochi passi dal campo sportivo, accoltellato al petto da un giovane che dopo il delitto è scappato. Il padre di Nico originario di San Felice a Cancello, mentre la madre di Arienzo, dove si recano spesso a visitare amici e parenti.

Il 'killer' è Daniele Ventriglia 25 anni originario di Carbonia ma residente a Ottava, è stato trovato e fermato dalla Polizia Stradale e portato negli uffici della Mobile dove i poliziotti stanno valutandola la sua posizione insieme al pm di turno Maria Paola Asara. 

L'omicidio è avvenuto intorno all'1 di notte. Della Morte si trovava in un circolo privato insieme ai suoi compagni di squadra e ad altri amici. Si era appena conclusa una stagione culminata con la retrocessione della squadra locale in Seconda categoria.

Arrivato sul posto, l'omicida avrebbe iniziato ad infastidire i presenti, disturbando in particolare alcune donne che si trovavano nel locale. E' nata una discussione; il giovane calciatore l'avrebbe invitato ad andarsene ma l'uomo ha estratto un coltello e lo ha colpito, poi è fuggito.

Nico Della Morte aveva segnato proprio ieri domenica 27 maggio,al 2' della ripresa  la rete della bandiera della sua squadra nello sfortunato spareggio contro il Codrongianos terminato con la sconfitta dell'Ottava per 3-1. Risultato che ha decretato la retrocessione della squadra in cui giocava la vittima.

Il giovane viveva da alcuni anni a Sassari dopo essersi fidanzato con una ragazza sarda.

 

Nico Della Morte ottava sassari Daniele Ventriglia
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.