Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Corruzione e favori in carcere, chiesti 6 anni per Nicola Cosentino

22 / 06 / 2016

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Sei anni di carcere: è questa la prima richiesta di condanna avanzata nei confronti dell'ex sottosegretario alle Finanze Nicola Cosentino. Il pubblico ministero ha chiesto la condanna del politico per i favori ricevuti in carcere a Secondigliano da un agente della polizia penitenziaria che, su input della moglie e del cognato di Cosentino, gli faceva arrivare cibo ed altre mercanzie dietro le sbarre in maniera illecita. Per questo motivo Cosentino, come la moglie ed il cognato, sono stati accusati di corruzione. L'ex coordinatore regionale del Pdl era in aula insieme ai figli gemelli. La moglie di Cosentino, Marisa Esposito, è già stata condannata col rito abbrevato. L'ex sottosegretario da poco ha potuto beneficiare degli arresti domiciliari a Venafro.

caserta nicola cosentino corruzione requisitoria condanna 6 anni
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.

     
http://api.viralize.tv/vast/?zid=AABDjcQFjsvezgFO&u=noicaserta.it