Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

21 ARRESTI | Maxi truffa su annunci on-line: chiedevano soldi a giovani disoccupati. I NOMI

19 / 06 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


I carabinieri del Reparto Territoriale di Aversa, all’esito di indagini coordinate dalla Procura di Napoli Nord, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere e agli arresti domiciliari, emessa dal gip del tribunale normanno, nei confronti di 21 persone per il reato di associazione per delinquere finalizzata alla truffa.

Il provvedimento cautelare è il risultato di una complessa indagine condotta dai carabinieri della stazione di Parete dal mese di settembre 2016 al mese di ottobre 2017 nella quale sono confluiti una pluralità di procedimenti pendenti presso la Procura e altri uffici giudiziari del territorio nazionale.

L’attività info-investigativa ha consentito di delineare l’esistenza di una ramificata associazione per delinquere avente base operativa a Parete e attiva su tutto il territorio nazionale, e di individuarne il modus operandi.

Le vittime – in particolare giovani donne in cerca di occupazione lavorativa che inserivano le proprie richieste su internet fornendo anche il proprio recapito – venivano contattate telefonicamente dagli indagati che, qualificandosi come dipendenti del sito internet sul quale veniva pubblicato l’annuncio oppure come avvocati e/o agenti della polizia postale, ingeneravano negli inconsapevoli inserzionisti la falsa rappresentazione di controversie giudiziarie ai loro danni. Gli indagati paventavano loro il rischio di inesistenti sanzioni amministrative e/o penali dovute a presunte irregolarità nell’inserimento dell’annuncio.

Agli inserzionisti è stata, infine, prospettata la necessità – per evitare tali sanzioni – di corrispondere somme di denaro (mediamente ammontanti a 2mila euro) su carte postepay appositamente attivate dagli appartenenti al sodalizio. I profitti illeciti ottenuti dall’organizzazione, stando a quanto accertato, ammontano a 134mila uero, frutto di 80 episodi perpetrati in 42 province italiane.

 

DESTINATARI DI CUSTODIA CAUTELARE IN CARCERE:

Gilda Ucciero, 30 anni di Napoli, residente a Villa Literno, disoccupata;

Raffaele Pezone, 37 anni di Aversa, residente a Parete, disoccupato;

Lorenzo Improta, 27 anni di Villaricca, residente a Parete, disoccupato;

Salvatore Ferrara, 34 anni di Villaricca, residente a Trentola Ducenta, disoccupato;

Tommaso Visconti, 22 anni di Mugnano di Napoli, residente a Parete, operaio;

Gaetano Cantile, 30 anni di Mugnano di Napoli, residente a Parete, disoccupato;

Davide Zoppo, 39 anni di Milano, residente a Parete, operaio;

Francesco Formisano, 40 anni di Pollena Trocchia, residente a Parete, operaio.

 

DESTINATARI DI CUSTODIA CAUTELARE AGLI ARRESTI DOMICILIARI:

Salvatore Pinto, 46 anni di Padova, residente a Napoli, parcheggiatore;

Francesco Santini, 22 anni di Aversa, residente a Parete, operaio;

Monia Ferarra, 24 anni di Villaricca, residente a Parete, commessa;

Diego Pagano, 41 anni di Villaricca, residente a San Marcellino, disoccupato;

Antonio Melfi, 24 anni di Marcianise, residente a Parete, disoccupato;

Agostino Iavarone, 23 anni di Solofra, residente a Parete, operaio;

Francesco Improta, 68 anni di Teverola, residente a Parete, pensionato;

Vincenzo Petrarca, 27 anni di Aversa, residente a Lusciano, idraulico;

Marcello Moccia, 31 anni di Villaricca, residente a Parete, falegname;

Nicola Macchione, 30 anni di Aversa, residente a Trentola Ducenta, disoccupato;

Ciro Vespoli, 66 anni di Napoli, residente a Parete, disoccupato.

Martina Mottola, 20 anni di Giugliano in Campania, residente a Parete, disoccupata.

 

truffa on line arresti carabinieri
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.