Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Nomine al Consorzio Asi, De Negri accusa: ‘La politica blocca l’economia’

19 / 12 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il presidente di Pmi Campania Gustavo De Negri si inserisce nel dibattito che da settimane ha visto protagoniste le nomine al Consorzio Asi di Caserta, una partita politica che ha creato il caos tra i partiti, in particolare il Pd. “Ormai da mesi, quotidianamente – si legge in una nota di De Negri - apprendiamo con rammarico dalla stampa che il Consorzio ASI della provincia di Caserta ha tradito nel suo mandato, fallendo sia nei programmi sia negli indirizzi, divenendo esclusivamente palcoscenico di diatribe tra partiti, o peggio ancora correnti interne agli stessi. In tal modo, viene meno la funzione strumentale dell’Ente che, nella difficile situazione in cui versa il Paese, ed in particolare il territorio provinciale, avrebbe il compito di favorire il sorgere coordinato di nuove iniziative industriali, nello specifico nei territori dove si trovano i quattordici agglomerati. Il sistema industriale della provincia di Caserta è nuovamente protagonista dell’ennesima sconfitta ed è alquanto sconfortante rendersi conto, ancora una volta, dell’inefficienza di un ente pubblico, trasformatosi in un carrozzone di politici piuttosto che di specialisti in grado di supportare le aziende nel loro percorso di crescita e di espansione, o almeno di consolidamento. Tutto ciò, senza considerare quanto, tali accadimenti, stiano frenando ulteriormente il “fare impresa”, creando, ovviamente, innumerevoli disservizi alle aziende che giorno dopo giorno si confrontano sui mercati per andare avanti. Ignari dell’importanza che tale Ente rappresenterebbe per le stesse se fosse composto da persone con competenze professionali necessarie per essere protagoniste di un territorio sottovalutato. E’ indispensabile, dunque, a nostro avviso, un’immediata inversione di tendenza. Le necessità di cui hanno bisogno i nostri territori vanno ben oltre la lottizzazione di alcune poltrone e riteniamo che la Mission del Consorzio vada rispettata, altrimenti diviene obbligatoria l’approvazione di una Legge Regionale composta da un unico articolo che preveda lo scioglimento dei Consorzi ASI ed il requisito della sovranità dei singoli comuni sulle superfici che prima componevano le “Aree di Sviluppo Industriale” (Asi), lasciando, dunque, agli operatori economici che hanno investito in attività produttive in queste zone o intendono farlo, la possibilità di organizzarsi per la gestione e manutenzione delle stesse (guardiania, strade, illuminazioni, verde annesso agli stabilimenti, sottoservizi)”.   

caserta pmi consorzio asi nomine gustavo de negri economia
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.