Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Triplice omicidio, chiesta la conferma dell’ergastolo per Schiavone e Barbato

04 / 02 / 2016

|

Valentina Martinisi

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Si è svolta stamane l’udienza presso la Corte di Assise di Appello di Napoli del processo sul triplice omicidio di Giovanni Battista Papa, Modestino Minutolo e Francesco Buonanno, commesso nel maggio del 2009 all’interno del clan dei Casalesi, per punire le 3 vittime che si erano recate in autonomia a chiedere il pizzo ad un un'impresa casearia di Grazzanise contigua alla famiglia Schiavone. I tre furono attirati in una trappola e uccisi a colpi di pistola. L'auto a bordo delle quale viaggiavano fu bruciata e i corpi fatti sparire; i cadaveri di Papa e Minutolo furono trovati una settimana dopo la loro scomparsa, seppelliti in un podere a Villa di Briano; stessa sorte anche per il corpo di Buonanno, ritrovato a Frignano. Durante il giudizio di primo grado la Corte d'Assise del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere aveva condannato Nicola Schiavone, primogenito del boss dei Casalesi Francesco "Sandokan" Schiavone, all’ergastolo, come richiesto dal pm della Dda di Napoli Antonello Ardituro. I giudici avevano deciso l'ergastolo anche per l'altro imputato Francesco Barbato, riconoscendo però la sua partecipazione per uno solo dei tre omicidi, quello di Buonanno e assolvendolo per gli altri due. Oggi la Procura generale ha chiesto la conferma della condanna all’ergastolo per Nicola Schiavone e per Francesco Barbato. Stamattina è stato ascoltato in aula l’avvocato Carlo De Stavola, legale difensore di Barbato, mentre nella precedente seduta furono sentiti gli avvocati di Nicola Schiavone.Nella prossima udienza, dopo l’intervento dell’avvocato Von Arx, è attesa la sentenza in Appello.

 

casal di principe triplice omicidio camorra ergastolo schiavone
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.