Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Omicidio Tondi, altri 3 mesi di indagini: agli atti nuove intercettazioni dei familiari

19 / 05 / 2015

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Due mesi ulteriori di indagini per cercare nuove prove per incastrare colui che, oggi, è l'unico indagato per un terribile delitto. L'omicidio di Katia Tondi, la giovane mamma uccisa nel luglio di due anni fa a San Tammaro, è infatti ancora oggi senza un colpevole. L'unico indagato resta il marito della ragazza, Emilio Lavoretano, meccanico di Santa Maria Capua Vetere, sul quale si sono concentrate fin dall'inizio le attenzioni degli investigatori. Ora la fase delle indagini sembra essere giunta ad una svolta. A febbraio il pubblico ministero aveva chiuso le indagini, per poi richiedere al gip Casella una nuova proroga. Da pochi giorni gli inquirenti hanno consegnato un altro falcone di intercettazioni telefoniche ed ambientali su alcuni membri delle famiglie coinvolte nella tragica morte di Katia Tondi. Ora bisognerà capire la decisione che il pm adotterà nei confronti di Lavoretano (rappresentato dall'avvocato Natalina Mastellone) in vista dell'udienza preliminare.

san tammaro omicidio katia tondi emilio lavoretano intercettazioni familiari
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.