Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Omofobia in riva al mare. Vittime due giovani casertani

06 / 08 / 2017

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Eennesimo caso di omofobia, stavolta in riva al mare. Vittime due giovani casertani intenti a scambiarsi abbracci e qualche bacio sulla spiaggia di uno stabilimento balneare a Torrione, Salerno. Le effusioni della coppia non sono passate inosservate ad un bagnino, che è intervenuto chiedendo ai due di tenere un atteggiamento più “composto”.
Non sono tardate ad arrivare le reazioni dei circoli Arcigay casertani e salernitani, che hanno denunciato il comportamento del bagnino e dei proprietari dello stabilimento. L’intervento tempestivo sarebbe da ricondurre, secondo le dichiarazioni dei due e da quello che si legge in una nota dei due circoli Arcigay, alla presenza di diversi bambini sul posto.
I due ragazzi hanno dichiarato inoltre che il bagnino si sarebbe rivolto allo stesso modo anche ad una coppia etero, specificando che in spiaggia ve ne erano però decine, intente a baciarsi ed abbracciarsi indisturbate.
Diverso il tono della famiglia Iavarone, proprietaria dello stabilimento, che spiega di essersi comportata nei confronti dei due giovani con lo stesso «composto e rispettoso atteggiamento che negli anni abbiamo adottato con coppie etero particolarmente espansive e calorose».

© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.