Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Ospedale di Caserta, in arrivo le cartelle di Equitalia per chi non paga i ‘codici bianchi’

27 / 04 / 2016

|

Valentina Martinisi

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


L’azienda ospedaliera di Caserta ha stipulato una convenzione con Equitalia Sud Spa per riscuotere i crediti vantati per l’erogazione dei famosi ‘codici bianchi’, ovvero quelle prestazioni mediche che vengono erogate presso il pronto soccorso e che vengono ritenute non urgenti, casi in cui il paziente non è in pericolo e potrebbe rivolgersi al proprio medico curante anziché al pronto soccorso. Gli utenti in questo caso sono tenuti a pagare il prezzo di 50 euro a prestazione. Tuttavia, dal 2010 ad oggi, sono davvero pochi coloro che hanno versato all’azienda ospedaliera 'Sant'Anna e San Sebastiano' quanto dovuto e così il commissario ha deciso di ricorrere a Equitalia per recuperare somme di denaro che aiuterebbero a risanare le finanze dell'ospedale. Considerando che il pronto soccorso dell’ospedale di Caserta rappresenta, insieme a quello di Aversa, il più grande centro di primo soccorso in provincia e che ogni giorno accoglie decine di persone che usufruiscono delle prestazioni sanitarie senza, a quanto pare pagare quei 50 euro per i codici bianchi, si parla di un ammanco considerevole per le casse dell’azienda ospedaliera. L’accordo con Equitalia prevede che l’ente incaricato della riscossione trasmetta un ‘invito’ al debitore ad adempiere all’obbligazione e successivamente, in caso di mancato pagamento, proceda all’iscrizione al ruolo con la preparazione e la notifica del titolo esecutivo, oltre a tutte le ulteriori attività per il recupero del credito. Equitalia, secondo gli accordi, per ogni ‘invito’ percepirà 10 euro più iva, praticamente il 20% della cifra che spetta all’azienda ospedaliera. Una bella somma, considerando che compito di Equitalia sarà ‘stanare’ i pazienti non paganti di ben 6 anni, coloro che hanno usufruito dei servizi medici del pronto soccorso casertano dal 2010, fino a tutto il 2015.  

caserta ospedale equitalia pronto soccorso codici bianchi cartelle esattoriali
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.