Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Ospedale di Caserta, si accende la polemica sui contratti Tempor. Rosa Nuzzo accusa la Cisl

05 / 04 / 2015

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Si accende la polemica tra sindacati all'ospedale di Caserta. Al centro della discussione il rinvio delle firme dei 130 contratti con l'agenzia Tempor (leggi qui) causato dalle tensioni tra i rappresentanti della Cisl (Antonio Vittorio Iodice Magliacano) e del Nursing Up (Rosa Nuzzo). Proprio quest'ultima ha voluto dire la sua in merito all'accaduto: "Quello che stava accadendo in ospedale era una chiara violazione della privacy visto che il sindacalista della Cisl stava presenziando alle firme dei contratti dei dipendenti. Noi abbiamo solo cercato di ristabilire la legalità e la nostra richiesta e' stata accolta dall'azienda che ha deciso di fermare il tutto. Il Nursing-up veniva chiamato da lavoratori che si sentivano offesi ed infastiditi dalla presenza non richiesta del rappresentante della Felsa Cisl. Il Nursing Up in nome e per conto di quest’ultimi richiedeva il ripristino della legalità in tale operazione fondamentale nella vita lavorativa di una persona. E’ chiaro che la querelle sviluppata dalla CISL Felsa si rivela una messa in scena per tentare di denigrare la corretta interpretazione delle legge e dei diritti".

 
caserta ospedale sindacati contratti tempor rosa nuzzo
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.