Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Blitz dei carabinieri negli ospedali di Aversa e Marcianise: scarichi illegali e rischio infezioni

29 / 09 / 2015

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


I carabinieri del Noe di Caserta guidati dal comandante Marco Ciervo, in collaborazione con l'Arpac, hanno proceduto nei giorni scorsi ad una serie di verifiche ed ispezioni sulla corretta gestione dei rifiuti nelle strutte sanitarie che hanno consentito di accertare svariati illeciti penali segnalati all'autorità giudiziaria.

OSPEDALE DI AVERSA. Al Moscati è stato accertato lo scarico, non autorizzato, di acque reflue provenienti dai reparti e dai laboratori di analisi, direttamente nella rete fognaria e non trattato perché il depuratore, pure esistente, risulta da anni non funzionante e versa in completo stato di abbandono. Pure privo di autorizzazione per l'emissione in atmosfera è risultato l'impianto termico. E' stata poi accertata la presenza, in un locale peraltro carente dal punto di vista igienico-sanitario, di rifiuti speciali sanitari pericolosi a rischio infettivo, privi delle indicazioni di provenienza (cioè del reparto in cui il rifiuto è stato prodotto) ed in quantità superiore ai limiti. La legge, infatti, stabilisce che per quantità superiori ai 20 metri cubi i rifiuti debbano essere smaltiti entro 5 giorni. Infine si è accertata la presenza di rifiuti speciali sanitari pericolosi a rischio infettivo frammisti ai rifiuti solidi urbani.

OSPEDALE DI MARCIANISE. Anche in questo caso è stato accertato lo scarico, non autorizzato, di acque reflue provenienti dai reparti e dai laboratori di analisi, direttamente nella rete fognaria così come l'esistenza di impianto termico non autorizzato all'emissione di gas in atmosfera. Inoltre è stata accerata la presenza di rifiuti speciali sanitari pericolosi a rischio infettivo, privi delle indicazioni di provenienza (cioè del reparto in cui il rifiuto è stato prodotto).

aversa carabinieri ospedale marcianise controllo rifiuti
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.