Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Parco del Matese, non solo ville abusive: ora rubano anche gli alberi di faggio: un arresto

04 / 10 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Nel corso di una operazione predisposta dalla Compagnia Carabinieri di Piedimonte Matese, finalizzata a contrastare in particolare il fenomeno dei furti e dello scempio di zone paesaggistiche come quelle del Parco Naturale del Matese, una persona è stata arrestata con l’accusa di furto aggravato. L’ uomo è stato sorpreso nelle prime ore del pomeriggio dai Carabinieri della Stazione di San Gregorio Matese e Alife, mentre all’interno di un’area boschiva demaniale ubicata in località Camporuccio di San Gregorio, aveva già tagliato circa dieci quintali di legna di faggio, che stavano per essere caricati su un camion. Si tratta di Pietro Iameo, 60enne del posto,  il quale è stato arrestato in flagranza di reato e trasferito agli arresti domiciliari. Oltre al furto il 60enne dovrà rispondere anche del rilevante danno ambientale causato. Tutta la refurtiva è stata recuperata, mentre il veicolo utilizzato per il trasporto e due motosega utilizzate per il taglio degli alberi di faggio, sono stati sottoposti a sequestro. Circa un anno fa, furono i Carabinieri della Stazione di Alvignano che, in una zona boschiva, arrestarono due persone per il furto di circa 250 quintali di legna, dopo che avevano tagliato decine di alberi, tra querce, cerri ed altri tipi di piante. Anche in quel caso la refurtiva fu interamente recuperata e i mezzi utilizzati sottoposti a sequestro.
Cronaca Piedimonte Matese San Gregorio Matese Bellona Bellona Camigliano
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.