Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Al via la rimozione delle ecoballe nella più grande discarica d’Europa

30 / 05 / 2016

|

Valentina Martinisi

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Al via la rimozione delle ecoballe nella discarica "Taverna del Re", la più grande discarica a cielo aperto d’Europa con le sue piramidi di spazzatura a perdita d’occhio, situata tra Parete e Giugliano. Oggi verrà rimosso il primo blocco, poi si proseguirà con gli altri, fino ad arrivare alla rimozione di milioni di tonnellate di rifiuti entro 18 mesi. L’operazione di pulizia della discarica, che negli anni ha visto l’accatastarsi di tonnellate di rifiuti, compresi quelli pericolosi e di qualsiasi genere portati lì dai Casalesi (come raccontato nel 2008 dal pentito Emilio Di Caterino), è stata possibile grazie ai finanziamenti messi a disposizione dal governo centrale tramite la Regione Campania. Tutte le aziende vincitrici delle gare per la rimozione, lo stoccaggio e lo smaltimento dei rifiuti, hanno indicato come sito di destinazione finale sia impianti italiani, che dovranno essere prettamente impianti di recupero, che discariche estere, per smaltire il materiale che non potrà essere recuperato (al momento però per l'estero si attendono le autorizzazioni). 

parete discarica taverna del re rimozione ecoballe rifiuti
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.