Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

69 ARRESTI L'ex assessore Sommese accusato di aver preso una tangente da 50mila euro

16 / 03 / 2017

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


E’ Pasquale Sommese, consigliere regionale di Ncd in Campania, il fulcro dell’inchiesta della Guardia di Finanza sugli appalti pilotati tra le province di Caserta, Napoli e Benevento. L’ex assessore regionale è accusato di aver intascato una tangente da 50mila euro, insieme al nipote-collaboratore, Antonello Sommese, da Antonio Bretto, imprenditore di Casal di Principe: sono accusati di avere designato la ditta Bretto Opere Stradali per il restauro dell torre del medievale di Cerreto Sannita (Benevento). L'aggiudicazione dell'appalto, secondo la Dda, avvenne attraverso la complicità di pubblici ufficiali del Comune ancora non identificati. Tra le persone finite agli arresti domiciliari c'è Adele Campanelli, dal 2010 alla guida della Soprintendenza Archeologica. Secondo la Dda, la Campanelli impose l'impiego di un archeologo, Antonio De Simone, professore universitario originario di Sant'Anastasia, e la ditta Percorsi di Luce di Francesco Capotorto.

caserta pasquale sommese tangente ditta bretto casal di principe appalto
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.