Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

IL NOME | Non rispondeva da giorni al telefono:43enne trovata morta in casa

13 / 01 / 2020

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Nella giornata di venerdì 10 gennaio 2020, i vigili del fuoco sono intervenuti presso un’abitazione. Una volta forzato l’ingresso principale i pompieri hanno fatto la triste scoperta: il corpo senza vita di Patrizia Amodio, 43 anni di Casapulla, ma residente da anni a Zoppola in provincia di Pordenone.

In molti avevano provato a chiamarla sul telefonino, ma questo risultava sempre spento. È stato il fratello, che vive in provincia di Treviso, a lanciare l’allarme, presentando anche la denuncia di scomparsa alle forze dell’ordine.

Il medico legale ha fatto risalire il decesso ad almeno 7 giorni fa. In casa è stato trovato un braciere spento; la causa della morte sarebbe riconducibile a una fatale intossicazione da monossido di carbonio.

Sul posto anche i Carabinieri per i rilievi di legge e ricostruire quanto accaduto. Secondo le prime informazioni Patrizia era separata e impiegata fino al 31 dicembre alla Uil di Pordenone.

 

Patrizia Amodio morta casapulla
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.