Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

ESCLUSIVA | Nuovi guai per Pasquale Piccirillo, sequestrati immobili, conti correnti e quote societarie

08 / 03 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Caserta ha emesso un provvedimento di sequestro preventivo, emesso dall'Ufficio del G.I.P. del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, su richiesta della locale Procura, avente ad oggetto beni immobili sia personale che societari, decine di conti correnti e quote societarie, nonchè la nomina di un Amministratore Giudiziario e di un Giudice delegato alla procedura.

La Procura della Repubblica di Santa Maria C.V. nel richiamare numerosi carichi giudiziari pendenti relativi a Piccirillo Pasquale, rileva la collocabilità dello stesso nelle categorie di pericolosità previste dall' art. 1 dei codice antimafia. 

L'autorità proponente, allegando inoltre minuziose indagini patrimoniali e finanziarie relative al proposto e alla sua famiglia, evidenziava la presenza di una forte sperequazione tra le fonti e gli impieghi relativi al nucleo, il quale si serviva di un coagulo di società e persone giuridiche di vario tipo, tutte sostanzialmente a lui riconducibili, attraverso le quali il proposto compendiava i verosimili, guadagni di attività illecite oltre ai proventi di evasione fiscale.

Sulla base degli elementi sopra sinteticamente riportati e di quelli attinenti ai redditi dichiarati ed all'attività economica del proposto e dai componenti il suo nucleo familiare, dettagliatamente indicati in proposta, la Procura della Repubblica presso questo Tribunale, rilevando la collocabilità del PICCIRILLO all'interno della categoria criminologica dei soggetti dediti a traffici delittuosi c/o di coloro che vivono, anche in parte, con i proventi dell'attività delittuosa, ha, quindi, chiesto l'applicazione nei confronti dello stesso della misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di residenza per anni due, applicazione di un'idonea cauzione ai sensi dell'art. 31 del codice antimafia oltre al sequestro finalizzato alla confisca dei beni.

 

Il sequestro disposto dei beni immobili personale:

  1. Immobile d Recale;
  2. Immobile di Roccaraso;
  3. Immobile di Gaeta;
  4. altri vari

 

Quote delle seguenti società: 

1. S.D.P. di G.B. e P. PICCIRILLO S.r.l. (Totalità delle quote);

2. MIDIANET S.r.l. (totalità delle quote);

3. BAFFO IMPORT S.r.l. Semplificata (totalità quote);

4. TELELUNA S.r.l. (totalità delle quote);

5. IMMOBILNET S.r.l. (totalità delle quote);

6. ASSOCIAZIONE TELERADIO MATESE;

7. LUNASET PUBBLICITà SRL;

8. LUNASET S.r.l. (totalità delle quote);

9. SCUDERIA LUNASET S.r.l. (totalità delle quote). 

 

Pasquale Piccirillo, titolare dello studio dentistico “Sdp” (clicca qui per leggere articolo sul blitz dei carabinieri), fu arrestato nel marzo del 2010 nell'ambito di un'indagine della Procura di Santa Maria Capua Vetere, coordinata dal procuratore aggiunto Luigi Gay. Il medico, oggi editore di Tv Luna, e in passato dei quotidiani Giornale di Caserta, prima, e di Buongiorno Campania, poi, è sotto processo perché, secondo i pm, sarebbe a capo una megatruffa per l'ottenimento di fondi ministeriali attraverso la dichiarazione di investimenti fittizi.

Nel 2016 già subì un sequestro preventivo per il valore di 2 Milioni di Euro riconducibili a lui e la moglie.

pasquale piccirillo sequestro preventivo tele luna pietrangela lucariello
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.