Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Polmoni e sigarette: smettere di fumare avvia la rigenerazione dei tessuti

21 / 07 / 2020

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il fumo causa gravi danni alla salute dei nostri polmoni e oggi più che mai c’è sempre più consapevolezza su quanto le sigarette tradizionali siano nocive per l’organismo e per il benessere generale del nostro corpo. Solo di recente però uno studio ha analizzato cosa succede ai nostri polmoni una volta che si smette di fumare e si spenge l’ultima sigaretta, evidenziando come la risposta del nostro organismo sia a dir poco straordinaria.

I polmoni riescono a rigenerarsi

I ricercatori dell’University College London hanno scoperto che i polmoni hanno la capacità di riparare parte dei danni causati dal fumo. Normalmente, le sostanze chimiche presenti nel fumo di tabacco corrompono e mutano il Dna delle cellule polmonari, trasformandole lentamente da sane a cancerose.

Lo studio ha però scoperto che, nonostante questo avvenga su vasta scala anche prima dello sviluppo di un cancro, una piccola percentuale rimane illesa evitando la devastazione genetica causata dal fumo, come se resistessero in una sorta di “bunker nucleare” sito nelle ghiandole sottomucose. Non solo: dopo che si smette di fumare, queste cellule crescono e sostituiscono quelle danneggiate, arrivando a rendere sane fino al 40% delle cellule dei polmoni, facendole tornare come quelle di una persona che non ha mai fumato.

Ancora non si sa come queste cellule nascano e sviluppino la resistenza alle mutazioni, ma sta di fatto che nel lungo periodo sono in grado di far recuperare la salute anche se si è stati fumatori per tutta la vita.

Come smettere di fumare e aiutare i polmoni

Dire addio alle sigarette non è mai facile per chi è fumatore da tempo, ma oggi esistono diverse soluzioni tecnologiche che possono dare un contributo concreto per eliminare il vizio del fumo.

Si va da alcuni device di ultima generazione, ovvero le sigarette elettroniche – come ad esempio questa senza nicotina di Blu, che secondo diverse ricerche permetterebbero di ridurre significativamente le sostanze nocive assunte.

In secondo luogo, per smettere di fumare può venire in soccorso anche lo smartphone: esistono infatti diverse applicazioni utili. Queste app si basano sulla motivazione e, compilando il proprio profilo con alcuni dati come il numero di sigarette fumate al giorno, il costo dei pacchetti e il momento in cui si interrompe il vizio, permettono di avere un riepilogo della propria situazione che aiuta molto nell’avere un quadro chiaro dei vantaggi che si stanno vivendo.

Infine, un altro aiuto importante per la salute dei polmoni è un’alimentazione adatta. Alcuni alimenti permettono infatti di abbassare i livelli di infiammazione del nostro corpo, come la zucca, il tè verde e la curcuma, o contribuiscono specificamente al benessere dell’apparato respiratorio, come la barbabietola (così potente da essere considerabile alla stregua di un farmaco), i peperoni, le mele e il cavolo rosso.

sigarette polmoni rigenerazione tessuti
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.